Sud - cronaca

Nicola Marra, le lacrime del padre: “Nessuno ha fermato mio figlio”

Il padre di Nicola Marra, il 21enne napoletano trovato morto in un dirupo dopo una serata trascorsa in discoteca con gli amici a Positano (Salerno), non trova pace

“Questa tragedia non ha senso. Se qualcuno lo avesse fermato tutto questo non sarebbe successo”. Sarebbe questo il grido di dolore di Antonio, il padre di Nicola Marra, il ragazzo napoletano di 21 anni vittima di una tragedia dai contorni ancora poco chiari.

Da quanto si apprende dalle prime analisi, il ragazzo, scomparso dopo una serata trascorsa con gli amici in una nota discoteca di Positano, in Costiera Amalfitana, aveva probabilmente alzato troppo il gomito.

Ma gli investigatori non chiudono a nessuna ipotesi, dalla caduta accidentale ad interventi esterni. Le cause della morte saranno stabilite dall’autopsia, disposta dalla Procura di Salerno, che verrà effettuata nei prossimi giorni.

In una intervista rilasciata a Repubblica, Antonio Marra, il padre del ragazzo, ancora sotto shock per il grave lutto, cerca di analizzare le ultime ore suo figlio: le immagini, prese dalle telecamere di sorveglianza poste in strada a Positano, mostrano Nicola che, con la camicia tra i denti, corre per le strade della cittadina. “Questa tragedia non ha senso. Voglio augurarmi che nessuno avrebbe potuto aiutare Nicola. Forse non hanno capito neanche gli amici. Se chi lo ha visto alterato in discoteca, chiunque, lo avesse fermato prendendolo a schiaffi, tutto questo non sarebbe successo” si rammarica il padre del ragazzo.

Antonio ha, poi, tradotto il suo dolore in un appello affinché tragedie del genere non si ripetano più: “Fate in modo che non muoiano altri ragazzi. Ai giovani dico: siate amici veri, non solo compagni di viaggio per la durata di un passaggio. Nicola era un fiore di ragazzo, uno sportivo, cintura nera di karate. Andavamo a sciare assieme, amava viaggiare e studiare Giurisprudenza. Era sempre il primo a prendere l’iniziativa, non si fermava mai. Di una razionalità incredibile e di una grande sensibilità”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania