Quantcast

Palazzo Montecitorio, camera deputati
Opinioni Politica

Decreto sicurezza, il giorno della fiducia

Oggi, a partire dalle 17:00, nuove prova per il governo: l’aula di Montecitorio voterà la fiducia sul decreto sicurezza; fiducia posta col ministro Fraccaro.

Il decreto sicurezza, il provvedimento bandiera della Lega, arriva dunque blindato, con il PD che urla: “vergogna”, all’ultimo giro di boa prima del via libera definitivo.

40 gli articoli che innanzitutto modificano le regole dell’ accoglienza ai migranti:

  • sparisce la protezione Umanitaria, sostituita da permesso di soggiorno a scadenza illimitati a precise condizioni;
  • si raddoppiano i giorni per i regolari trattenuti nei centri di rimpatrio;
  • si allunga la lista dei reati che comportano la revoca dello status di rifugiato;
  • viene superato quasi del tutto il sistema di accoglienza diffusa dei migranti sprar con il ritorno dei richiedenti asilo nei centri specifici;
  • diventa più difficile avere la cittadinanza italiana.

Sul fronte della sicurezza:

  • Daspo urbano per i sospettati di terrorismo;
  • stretta sulle occupazioni;
  • più fondi per le forze dell’ordine;
  • riorganizzazione dell’agenzia per i beni confiscati alla mafia.

Una fiducia contro di voi, tuona il PD rivolto agli ex ribelli dei 5 Stelle riportati sui loro passi dall’accordo di maggioranza su cui Matteo Salvini vigila di persona (alla faccia della libertà dei parlamentari) visto che, al di là della sua tracotanza e dell’ostentata tranquillità, tanto non lo è.

Tanto per gradire, in arrivo c’è anche uno scudo anti-spread per le banche non quotate.
La misura è stata anticipata nel decreto fiscale, provvedimento questo riscritto di fatto in commissione finanze del Senato con l’emendamento Omnibus che Cancella il condono e introduce al suo posto la sanatoria degli errori formali.

Con l’emendamento arrivano anche:

  • il rinnovo del bonus bebè per il 2019;
  • un fondo per i danni del maltempo;
  • misure per campione d’Italia;
  • abbattimento delle tasse per le sigarette elettroniche;
  • nuova tassa sui Money Transfer;
  • via libera, infine, agli incentivi per la creazione di una rete unica delle telecomunicazioni tra TIM e Open Fiber.
Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania