Quantcast

Banner Gori
Naufraghi salvati da Alex Mediterranea 4 luglio 2019
Attualità

Mediterranea soccorre 54 naufraghi: “Tutti salvi”. Salvini si arrabbia

Tra i naufraghi anche 11 donne (tre incinte) e 4 bambini “La motovedetta libica* è arrivata tardi, prima ha intimato l’alt, poi si è allontanata dalla scena”

Mediterranea soccorre 54 naufraghi: “Tutti salvi”. Salvini si arrabbia

La nave Alex di Mediterranea ha preso a bordo 54 migranti: “Siamo enormemente felici di aver strappato 54 vite umane all’inferno della Libia. Adesso serve subito un porto sicuro”. Ma si profila già un braccio di ferro col ministro dell’Interno Matteo Salvini che avverte: “Vadano in Tunisia”.

Mediterranea è in mare con una barca a vela di appoggio, la Alex, perché la loro nave per il soccorso, la Mare Jonio, è ancora sotto sequestro. Nel suo giro di verifica, invece, ha dovuto attivarsi per un’azione di salvataggio di 54 naufraghi tra i quali anche 11 donne (tre incinte) e 4 bambini.

La Mediterranea scrive su Facebook e Twitter e spiega che:

“Tutti i 54 naufraghi sono stati salvati e si trovano adesso a bordo della Alex Mediterranea. Tra loro 11 donne (tre incinte) e 4 bambini” ed aggiunge,
“La motovedetta libica è arrivata tardi, prima ha intimato l’alt, poi si è allontanata dalla scena. Siamo enormemente felici, prosegue Mediterranea, di aver strappato 54 vite umane all’inferno della Libia. Adesso serve subito un porto sicuro”.

Immediata la risposta irritata del borioso Caporal Salvini:

“Gli immigrati presi a bordo da Mediterranea sono in acque libiche, e attualmente sono più vicini di decine di miglia nautiche alla Tunisia rispetto a Lampedusa. Se questa ong ha davvero a cuore la salvezza degli immigrati faccia rotta nel porto sicuro più vicino, altrimenti sappia che attiveremo tutte le procedure per evitare che il traffico di esseri umani abbia l’Italia come punto di arrivo”

Pmtanto il comando delle Capitanerie di Porto, Guardia Costiera, ci ha fatto pervenire il seguente comunicato:

In merito al soccorso operato in data odierna in area di responsabilità sar libica dalla barca a vela Alex della ong Mediterranea, si precisa che la Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma, ricevuta la chiamata dall’unità ong, ha provveduto a comunicare alla stessa che l’evento sar ricadeva in area sar di responsabilità delle autorità libiche che avevano assunto il coordinamento dell’evento, inviando anche sul posto una motovedetta*.

​ (ndr: motovedetta che, come su già segnalato, ha fatto atto di presenza e poi è tornata indietro)

DA ARCHIVIO:

Qualcuno fermi il Caporale prima che sia tardi e scatti, nuovamente, la violenza

ATTUALITÀ • EDITORIALI

Qualcuno fermi il Caporale prima che sia tardi e scatti la violenza

Le esagerate mistificazioni di Salvini stanno agitando gli animi creando un humus nel quale potrebbe crescere la violenza, e non solo dei vari “salviscisti”…

Print Friendly, PDF & Email
loading...

In merito all'autore

Stanislao Barretta

Stanislao Barretta

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat