36 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Giugno 27, 2022

Stoppa: “Puntiamo in alto senza porci obiettivi e poi alla fine si vedrà”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Matteo Stoppa, esterno offensivo della Juve Stabia in prestito dalla Sampdoria, è intervenuto ai microfoni ufficiali per parlarci della parte iniziale della sua esperienza stabiese.

Stoppa, autore di ben sei gol nella prima uscita stagionale delle Vespe contro la Rappresentativa Cobo Players Manegement e di un’altra rete molto bella siglata ieri contro il Pescara Primavera, è sicuramente una delle note più liete del ritiro pre-campionato delle Vespe.

Ai microfoni ufficiali ci ha parlato del suo livello di integrazione con il resto della squadra e delle prima sensazioni derivanti dal ritiro con i nuovi compagni di squadra e sulla nuova stagione agonistica che va ad iniziare.

Le dichiarazioni di Matteo Stoppa sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“I primi giorni sono stati fantastici. Mi sono subito integrato con i compagni in un gruppo molto unito e coeso. Si respira davvero una bella aria nello spogliatoio. Siamo tutti felici. Gli allenamenti sono duri ma si sapeva, la preparazione si fa così.

Queste amichevoli non contano molto ma a livello di gamba sono importanti. Sono contento per i 7 gol ma contano poco in questo periodo. Fare gol è sempre bello però e me li tengo stretti.

Non c’è molto da dire riguardo al mister. Il mister ha un bagaglio di esperienza immenso. Cerchiamo di mettere in campo tutto ciò che ci chiede.

E’ un mister che ci fa giocare molto palla a terra e questo è un tipo di gioco che a me piace moltissimo. Continuiamo a dare il massimo.

A livello personale spero di crescere molto sia come calciatore che come squadra. Puntiamo in alto e non ci poniamo obiettivi, cercando di fare il meglio di noi stessi e poi alla fine si vedrà.

Ho legato di più con Sarri e Francesco Donati ma sono tutti ottimi compagni e si può dire che abbia veramente legato con tutti i miei compagni di squadra”.

a cura di Natale Giusti.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy