Denis Tonucci, il difensore capitano delle vespe. Sotto La Lente

Denis Tonucci, classe 1988, è arrivato alla Juve Stabia nel mercato estivo 2019, rappresentando uno dei punti stabili delle Vespe.

Caratteristiche e carriera di Denis Tonucci

Denis Tonucci è un difensore forte, un giocatore di esperienza che offre contributi importanti in onore della maglia gialloblù. Di impatto, spesso appare impetuoso nelle sue stoppate soprattutto di petto.

Ha indossato molte maglie in carriera, avendo sempre come esempio un certo Fabio Cannavaro, difensore e capitano dell’Italia Mundial del 2006 ed idolo di Tonucci.

E’ cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Cesena, ha vestito, in serie B, le maglie di Cesena F. C, Piacenza, Vicenza, Modena, Brescia, Bari e Foggia, totalizzando, in serie cadetta, oltre 200 presenze, con 10 reti all’attivo.

Ha militato nelle nazionali giovanili, collezionando presenze con l’Under 18, l’Under 19 e l’Under 20. Con la nazionale Under 20 ha disputato il Torneo Quattro Nazioni Under-20 2007-2008.

Ha giocato insieme e contro tanti calciatori importanti.

Il capitano gialloblè

Dall’alto dei suoi 185 cm, occhi azzurri come il ghiaccio, appare un forte scudo non solo in campo ma anche con quella che sente la sua squadra. Da capitano è sempre pronto a racchiudere tra le sua braccia possenti gli errori calcistici anche dei più giovani.

L’esperienza di cui gode gli permette anche qualche attacco di troppo, non sempre pensato, ma emotivo.

Ricordiamo, per esempio, la sua squalifica l’ultima di campionato 2022 con la Virtus Francavilla.

Di seguito le motivazioni: “Tonucci, squalifica di un turno per avere, al 45°minuto del secondo tempo, tenuto una condotta ingiuriosa ed irriguardosa nei confronti di un calciatore avversario pronunciando al suo indirizzo frasi offensive ed irrispettose.”

A difesa della sua maglia, lo vediamo sempre un guerriero.

Curiosità su Tonucci

Tonucci nasconde sicuramente un cuore grande.

Innamorato della sua famiglia che è al primo posto della classifica del suo cuore, non si risparmia mai di dedicare pensieri emozionanti alle persone importanti della sua vita.

Ricordiamo che nel dicembre del 2019, colpito dalla perdita del nonno, sensibilizzò tutti con un post dal grande impatto emotivo.

Ieri a fine cena solo con mia moglie ordino tre amari… il cameriere mi guarda e mi fa… scusami ma siete in due perché ne hai ordinati tre.? Lo guardo con gli occhi un po’ gonfi e gli dico… uno è per Alice uno è per me e il terzo è per te Nonno che ieri ci hai lasciato inaspettatamente dopo aver affrontato un intervento grandissimo ma che avevi superato con una forza immensa… non mi piace puntualizzare quanti anni avevi”

Il post su Instagram si conclude: “ma quello che voglio sottolineare è che hai vissuto la tua vita sempre a gas aperto, con i tuoi pregi e i tuoi difetti…mancherai tanto a tutti, familiari e non… ora potrai riabbracciare tuo figlio… grazie Nonno… grazie Waglio’..! ?”

Dal punto di vista calcistico un vero lottatore che cerca spesso l’anticipo e che è propenso a lottare su ogni pallone. Quando sposa una causa da sempre tutto sé stesso, in più è molto bravo di testa, tanto da farsi notare anche sui calci piazzati, ed ha anche una buona tecnica. Denis è una colonna portante della Juve Stabia.

Ha rinnovato il suo contratto in scadenza a giugno fino al 2024 e giocherà quindi altre due stagioni con la maglia della Vespe.

Forza Capitano!

Speriamo che tu riesca a trasmettere quella barba calcistica che oggi, più che mai, serve alla Juve Stabia!

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Okoye si aggrega alla Givova: firmato il contratto con Scafati

Ala piccola, il nazionale nigeriano torna in Italia dopo le esperienze con Varese, Matera, Trapani e Udine.