Colucci: “Monopoli creato per un torneo di vertice. Importante sarà l’atteggiamento della Juve Stabia”

Leonardo Colucci, allenatore della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato con il Monopoli.

Le dichiarazioni di Colucci sul match tra Monopoli e Juve Stabia sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Negli otto gol che abbiamo preso nelle ultime 4 si è commesso qualche errore individuale in più e la squadra avversaria ti punisce subito. Dobbiamo migliorare sotto l’aspetto tattico ma anche sotto l’aspetto individuale dove bisogna mettere qualche energia nervosa in più. 

Ho piacere di incontrare Pippo Pancaro e lo saluterò con affetto. Quell’anno 2001-2002 contro la Lazio feci gol sia all’andata che al ritorno. Auguro ai miei ragazzi di poter calcare come feci io i campi di Serie A. Spero che domani sia una gara che mi ricorda quelle gare lì e venir via da Monopoli con un risultato positivo. 

Contro il Monterosi ha giocato D’Agostino che tutti invocavano, ha giocato Bentivegna che ha segnato e non mi è dispiaciuto. In mezzo al campo ha giocato Gerbo che al netto dell’errore ha fatto una buona partita. Se non giocava Scaccabarozzi, giocava Ricci. Non credo che sia un discorso di giocatori scelti contro il Monterosi. Abbiamo fatto un primo tempo importante. In Italia si da sempre merito alla squadra che vince. 

Se ho fatto quei 5 cambi era solo perchè vedevo qualche giocatore meglio di altri. Noi come rosa siamo tutti sullo stesso piano. Non mi era piaciuto il centrocampo con la Turris e ho cambiato qualcosa. D’Agostino ha fatto una gran partita, Bentivegna mi è piaciuto, Santos al netto del rigore mi è piaciuto. Rifarei le stesse scelte col Monterosi. Mi confronto sempre con i miei collaboratori per le scelte fatte.

Quando ho fatto i cambi col Monterosi chi è entrato non mi ha dato quello che volevo nel secondo tempo. Per giocare Vimercati non deve giocare Caldore. E’ un sinistro e quindi lo vedo a sinistra. Se in settimana dai fiducia all’allenatore poi l’allenatore ti fa giocare la domenica. 

Cinaglia sta decisamente meglio e potrebbe essere anche della partita ma posso garantire che Altobelli, al di là della disponibilità che ha dato, avrà sempre grande stima da parte mia. Gli ho chiesto di giocare da difensore centrale e ha giocato alla grande. Può ritornare a centrocampo, andare in panchina o ritornare a centrocampo. 

Se un giocatore mi da il 110% non gli posso dire niente. E’ importante la voglia di non mollare mai che ti fa giocare bene in ogni categoria. Chi lo capisce può fare la carriera, chi non lo capisce non giocherà al calcio. 

Durante la settimana mi piacerebbe avere la testa sul manubrio dallo spogliatoio per tutta la giornata. Ma la mia è una malattia e sono quasi sempre insoddisfatto. Ci siamo allenati bene in settimana ma dobbiamo fare di più anche se l’impegno da parte dei ragazzi è stato totale. 

La classifica è corta, se ne vince due vai sopra e se ne perdi due va giù di molto. L’obiettivo è fare più punti possibile. Siamo tutti lì in pochi punti. 

La gara col Monopoli dipenderà dal nostro atteggiamento e qualche volta qualche ragazzo non lo fa e mi dispiace. Il Monopoli è stato costruito per fare un campionato importante con un gioco importante. In primis è importante l’atteggiamento che quando viene meno mi fa stare male. L’atteggiamento è mentalità ma non lo puoi trasferire ad un calciatore se non ce l’ha”. 

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Aggiornamento terremoto in Turchia e Siria: oltre 8.300 morti

Il terremoto in Turchia e Siria ha causato molte vittime. Secondo le fonti, il bilancio delle vittime è già più di 8.300 ed è stata devastata un'area di 450 chilometri. Tra le vittime c'è anche una studentessa turca della Sapienza.