25.7 C
Castellammare di Stabia
giovedì, Agosto 18, 2022

GdF Napoli sequestra azienda abusiva che “fa latte da tutte le parti…”

Sequestro effettuato dal II della GdF , Gruppo Napoli, di un’azienda abusiva di prodotti lattiero-caseari e 1 tonnellata di mozzarella non certificata, con la scoperta di 3 lavoratori “in nero”.

GdF Napoli sequestra azienda abusiva che “fa latte da tutte le parti…”

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha scoperto, tra i quartieri San Giovanni a Teduccio – zona Vigliena e Ponticelli, due attività commerciali clandestine dove venivano stoccati illegalmente e messi in vendita, anche di notte, prodotti lattiero-caseari.
Sequestrati un locale in cui veniva esercitata l’attività abusiva e 1 tonnellata di mozzarella non certificata, ovvero priva delle autorizzazioni amministrative e sanitarie di tracciabilità, destinata a bar, ristoranti e alberghi della Regione.
Individuate anche centinaia di etichette, realizzate per attestare falsamente le caratteristiche organolettiche, la provenienza delle materie prime utilizzate per il confezionamento, la data e il luogo di produzione che, se apposte sul packaging, avrebbero creato pericolo per la salute di centinaia di consumatori.
L’intervento è stato condotto dai finanzieri del II Gruppo, coadiuvati dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Napoli 1 Centro, ed ha interessato due aziende, la prima risultata sconosciuta al Fisco, la seconda riconducibile ad un caseificio in cui gran parte dei prodotti erano privi della documentazione igienico-sanitaria necessaria per ricostruirne la provenienza e la qualità.
Elevate anche le maxi-sanzioni previste per la presenza di 3 lavoratori in nero.

Ennesimo caso di cronaca da dove si evince il sentimento di menefreghismo da parte dei responsabili rispetto a quella che è la salute dei consumatori.

Inoltre è un danno considerevole all’immagine e alla “reputazione” della qualità dei prodotti campani, da sempre apprezzati a livello locale, nazionale e (Anche) all’estero.

Un fatto vergognoso, che ci dovrebbe rammaricare e disgustare tutti, considerando che “siamo quello che mangiamo” e che la salute, dipende anche da quello che mangiamo… .

Stéphanie Esposito Perna

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o
utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere
autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede
comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente
articolo.

Vivi Radio

Ultime Notizie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Da leggere

Cambia Impostazioni della Privacy