Qatar-Senegal 1-3, Mondiali 2022: Pagelle e Highlights

Qatar-Senegal 1-3, Mondiali 2022: i Leoni della Teranga vincono facilmente contro i padroni di casa e sognano gli ottavi. #Qatar #Senegal #Pagelle #Highlights

Qatar-Senegal 1-3, Mondiali 2022: Pagelle e Highlights

Il Senegal ha sconfitto il Qatar per 3-1 ai Mondiali 2022 di calcio. I Leoni della Teranga si sono imposti allo Stadio Al Thumama di Doha, sconfiggendo i padroni di casa e riscattando la sconfitta maturata all’esordio contro l’Olanda.

La compagine africana conquista tre punti pesantissimi e si giocherà la qualificazione agli ottavi di finale nello scontro diretto con l’Ecuador mentre i mediorientali sono ormai prossimi all’eliminazione.

Il Senegal è passato in vantaggio al 41′ con Dia, bravo a concretizzare un errore della difesa avversaria.
Al 48′ è arrivato il raddoppio con Diedhiou, impeccabile con un bel colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Jakobs.

Il Qatar è riuscito ad accorciare le distanze al 78′ con un’incornata di Muntari, ma sei minuti dopo ci ha pensato Dieng a chiudere definitivamente i conti.

Il Senegal tornerà in campo tra quattro giorni per la decisiva sfida contro l’Ecuador, mentre il Qatar proverà a impensierire la favorita Olanda in quella che sarà molto probabilmente la loro ultima partita in questa rassegna iridata.

VIDEO HIGHLIGHTS QATAR-SENEGAL 1-3

Pagelle Qatar-Senegal 1-3, voti Mondiali 2022

Dia rapace, Mendy pigliatutto. Disastroso Khoukhi

Qatar

Barsham, 6: preferito al disastroso Al-Sheeb, riesce quantomeno a non sfigurare. Incolpevole sui tre gol del Senegal, avventuroso in un paio di uscite avventate.

Pedro Miguel, 6: nelle file del Qatar è uno dei pochi a dimostrare di possedere delle buone doti tecniche. Accende un bel duello con Jacobs, regge come può i ritmi degli avversari. Dall’83° minuto Waad, sv.

Ahmed, 6: riesce a farsi notare in fase propositiva sull’out mancino, poco coadiuvato da uno spento Al Haydos, che non sfrutta la buona gamba del suo compagno di squadra. Dall’83° minuto Salmansv.

Mohammad, 6,5: sfiora l’1-2 a metà ripresa, è straordinario nel controllo e nell’assist che porta al gol di Muntari che rianima i padroni di casa.

Khoukhi, 4: il suo goffo intervento al 41′ del primo tempo stappa la partita, regalando un sorprendente assist al cecchino Dia. Il peggiore in campo.

Hassan, 5,5: regge nel primo tempo, perde la marcatura di Diedhiou sul corner del raddoppio ospite. Ce la mette tutta, ma il palcoscenico del Mondiale è troppo pesante anche per il centrale dell’Al-Sadd.

Al Haydos, 5: inesistente per 70 minuti, quando il suo allenatore decide di sostituirlo. Capitano che non infonde grinta nei suoi compagni, quasi spaesato al cospetto della competizione iridata. Dal 74° minuto Muntari, 6,5: riapre il match sfruttando al meglio il bellissimo assist di Mohammad. Bravo a sovrastare addirittura Koulibaly trovando il colpo di testa vincente.

Boudiaf, 5,5: bene nella prima frazione, quando si propone nel fraseggio offensivo con Mohammad. Si spegne nella ripresa, sovrastato dai centrocampisti avversari. Dal 69° minuto Hatem, sv.

Madibo, 4,5: sempre in ritardo sulle azioni avversarie, è costantemente preda del fraseggio e della velocità dei centrocampisti avversari. Rimedia una inutile ammonizione nelle fasi finali del match.

Ali, 5: rispetto al peperino Afif, fa il solletico ai difensori senegalesi. Completamente estraneo alla manovra della compagine di Sanchez Bas, si è visto davvero pochissimo per tutto l’arco del match.

Afif, 6,5: sicuramente il più pericoloso dei suoi. Si toglie anche il lusso di puntare con convinzione un mostro sacro come Koulibaly. Guadagna un calcio di rigore beffando Sarr, ma arbitro e VAR lasciando inspiegabilmente correre.

All. Sanchez Bas, 5: relega Muntari in panchina preferendogli Ali. Incapace di alleggerire l’enorme pressione che i calciatori qatarioti hanno dovuto sopportare nelle ultime settimane.

Senegal

Mendy, 7: mai sollecitato nel corso della prima frazione, sfiora il clamoroso assist per Sarr. Nella ripresa compie una bella parata sul primo tiro in porta degli avversari ad opera di Ali, ed un autentico miracolo sul tap-in di Mohammad. Incolpevole sul gol di Muntari.

Sabaly, 5,5: arriva spesso e con facilità sul fondo della sua fascia destra. Il problema per l’esterno senegalese sono i tanti errori sui tentativi di cross per i suoi compagni di squadra.

Koulibaly, 6: nel primo tempo è perfetto a chiudere ogni possibile varco cercato dagli avversari. Nella ripresa è molto più sollecitato dagli attacchi qatarioti. In uno di questi perde il duello con Muntari, che accorcia le distanze.

Jacobs, 6,5: molto presente in fase difensiva, dove tiene a bada Mohammad e Boudiaf, pennella un gran corner che porta al raddoppio di Diedhiou. Dal 78° minuto Cissè.

Diallo, 6: rispedisce al mittente i tentativi avversari, coadiuvato dall’onnipresente Koulibaly. Per il centrale del Lipsia il primo tempo è di ordinaria amministrazione.

Gueye, 6,5: il centrocampista dell’Everton è uno dei più propositivi della compagine africana. A metà frazione va al tiro dopo un triangolo rapido con Dia, sfiorando il vantaggio.

Mendy, 6: preziosissimo per le geometrie di coach Cissè. Quantità e qualità per il centrocampo del Senegal. Segue perfettamente le azioni degli africani per oltre 70 minuti. Dal 78° minuto Sarr, 6,5: ispiratore della rete che chiude i giochi, bravo a fornire un passaggio al bacio per Dieng.

Diatta, 6,5: instancabile in fase di interdizione, prezioso nel lanciare le ripartenze senegalesi. Suo uno dei primi tentativi, un tiro cross che impegna Bersham. Dal 64° minuto: Ciss.

Diedhiou, 6,5: timido il primo tempo dell’attaccante dell’Alanyaspor, che si ricatta immediatamente con la rete del raddoppio in tuffo di testa, guadagnando con merito la titolarità. Dal 74° minuto Dieng, 6,5: chiude i conti spedendo alle spalle di Barsham un gran destro sull’assist di Sarr. Gol del 3-1 che arriva dalla panchina.

Sarr, 5.5: nella prima frazione va vicino al gol in contropiede lanciato dall’inatteso assist del portiere Mendy. Poco dopo rischia grosso in area di rigore stendendo Afif, ma viene graziato incredibilmente dall’arbitro. Nel secondo tempo si spegne. Dal 74° minuto Ndiaye.

Dia, 7: bravo a causare il giallo di Mohammad, riceve l’ammonizione per una brutta entrata su Ahmed. Lontano dalla manovra dei suoi per gran parte del primo tempo, porta in vantaggio il Senegal con una giocata da vero bomber.

All. Cissè, 6,5: con l’assenza di Manè ha dovuto provare nuove geometrie offensive. Può contare comunque su un ispirato Dia, e sulla forza di una retroguardia che milita nelle big europee.

CALCIO – CRONACA SPORTIVA / Qatar

Fonti: Oasport/Rai

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Mondiale calcio 2022 olandavsqatar per il girone A

Mondiale calcio 2022 l’Olanda sfida il Qatar per garantirsi il passaggio del turno, mentre i qatarioti devono provare a salvare la faccia

Dopo 45 anni si ritrovano studenti ITIS di Castellammare

Dopo quarantacinque anni si sono ritrovati gli studenti di una classe dell'ITIS allora denominato Marconi di Castellamare