Il Real Forio ad Ercolano per sfatare il tabù trasferta
Il Real Forio ad Ercolano per sfatare il tabù trasferta
Foto pagina ufficiale Real Forio

Il Real Forio ad Ercolano per sfatare il tabù trasferta

ECCELLENZA-Il tecnico dei biancoverdi chiede il massimo ai suoi. Cantelli è un dubbio

Ultimo aggiornamento:

Il Real Forio domenica mattina sarà di scena allo stadio “Solaro” contro l’Ercolanese. I biancoverdi devono riuscire a sfatare il tabù in trasferta cercando di portare a casa un risultato positivo. Al termine dell’allenamento settimanale Flavio Leo è preoccupato per le condizioni di Cantelli che si è fermato a causa di un problema muscolare. Assenti anche Trani, De Luise e Sorrentino.

“Non è il miglior momento a causa di qualche defezione ma dal punto di vista tecnico sono soddisfatto. La squadra mi è piaciuta molto sotto il profilo dell’attenzione e della determinazione, durante la settimana si è comportata bene commenta l’allenatore biancoverde. E’ l’atteggiamento che voglio. Dopo la rifinitura stabiliremo quale formazione mettere in campo”.

Il Real Forio ha bisogno di sfatare il tabù trasferta: due sconfitte pesanti negli incontri lontano dall’isola. “Affronteremo un’Ercolanese carica visto che si è qualificata ai quarti di coppa italia eliminando la Puteolana, sul suo campo vorrà fare bottino pieno visto che non ci riesce da un bel po’. Noi siamo a caccia di punti fuori casa, sul nostro campo invece stiamo facendo bene.

Leo prosegue- questo atteggiamento ci possa portare almeno la determinazione e la voglia di andare a cercare di fare bottino pieno. Se mi aspetto un’Ercolanese stanca? Si tratta di una squadra giovane che ha dimostrato anche in casa del Savoia di avere aggressività e dinamismo. Penso che la posizione di classifica si bugiarda. E’ una squadra che a me piace perché è cattiva ma ha giovani di qualità. Il Real Forio dovrà avere la stessa voglia degli avversari”.

Sulla possibile assenza di Cantelli, il tecnico dice che soltanto domani conosceremo l’entità dell’infortunio. L’ecografia sarà decisiva per stabilire se potrà essere convocato o meno. Approfittiamo di questi giorni per farlo riposare e mandarlo in campo successivamente. Per gli altri tre si tratta di problemi personali, per il resto ci sono tutti”.

Ascolta la WebRadio