GIORNALISTA / COLLABORATORE

Giovanni Matrone

651 ARTICOLI
2 Commenti
Nato a Castellammare di Stabia, il 20 marzo 1971. Diploma di perito capotecnico Informatica - laurea triennale in “Scienze della Pubblica Amministrazione” e magistrale in "Studi Strategici e Scienze Diplomatiche". Dipendente della Giunta Regionale della Campania - Direzione Generale Istruzione, Formazione, Lavoro e Politiche Giovanili. Iscritto all'ordine dei giornalisti pubblicisti della Campania.

Catanzaro sempre sconfitto negli ultimi quattro confronti a Castellammare, Tutti i precedenti

Stabia e Catanzaro, si sono affrontate in gare di campionato tre volte al “vecchio San Marco - Romeo Menti” di Castellammare di Stabia, mai...

Panarese di Lecce fischia al Menti Juve Stabia-Catanzaro

Per la terza giornata di ritorno del campionato di Lega Pro girone C che si disputerà domenica 31 alle ore 17 e 30 al...

Juve Stabia sempre sconfitta a Lecce. Tutti i precedenti (video)

Lecce e Stabia, si sono affrontate in gare di campionato al “vecchio stadio Carlo Pranzo” di Lecce tre volte, la squadra stabiese, non ha mai vinto, lo score recita...

Luciano di Lamezia fischia al ‘Via del Mare’ Lecce-Juve Stabia

Per la seconda giornata di ritorno del campionato di Lega Pro girone C che si disputerà domenica 24 alle ore 17 e 30 allo...

Melfi mai vittorioso a Castellammare. Tutti i precedenti

Juve Stabia e Melfi, si sono affrontate a Castellammare allo stadio “Romeo Menti” in gare di campionato quattro volte, mai i lucani sono riusciti...

L’esordiente De Remigis dirige Juve Stabia-Melfi

Per la prima giornata di ritorno del campionato di Lega Pro girone C che si disputerà sabato 16 alle ore 14 e 30 al...

La Juve Stabia non vince in trasferta col Foggia da quindici anni

Foggia e Stabia, si sono affrontate in gare di campionato al “Pino Zaccheria” (denominato campo del “Littorio” sino al 1946) di Foggia sette volte, sei...

Quando la tifosa Pampanini seguì la Roma a Castellammare

Era il 4 maggio 1952 quando la giovanissima e bellissima Silvana Pampanini la nota attrice romana scomparsa nel giorno dell’Epifania a novantanni, prese posto...

Paolini di Ascoli Piceno arbitra Foggia-Juve Stabia

Per l’ultima giornata d’andata del campionato di Lega Pro girone C che si disputerà domenica 10 alle ore 15 al “Pino Zaccheria” di Foggia...

Sfilata dei figuranti del presepe vivente a Casola (video)

Per il ventiduesimo anno consecutivo, nel periodo natalizio, si sono tenuti i consueti appuntamenti con i presepi vivente, nelle suggestive location dei Monti Lattari....

Pompei: concerto di capodanno con Sal Da Vinci

Nell’ambito della rassegna degli eventi natalizi che si sono tenuti nella città di Pompei, nella serata di capodanno s’è tenuta l’esibizione canora del cantante partenopeo Sal Da Vinci.

Due ore d’intenso spettacolo che ha visto Sal unitamente al suo coreografico corpo di ballo esibirsi sul palco della città mariana a pochi passi dal Santuario della Vergine del Rosario.

In tanti hanno sfidato il freddo pungente cantando e ballando nella piazza intitolata al Beato Bartolo Longo fondatore del Santuario mariano; dopo i primi brani più recenti, s’è passato a pezzi come “Meraviglioso” (scritto a fine anni sessanta dal compianto Mimmo Modugno) a “Via” (scritto da Baglioni ad inizio anni ottanta) “Tu si na cosa grande”, e la canzone che lui ha dichiarato d’aver scritto e aver dedicato a se stesso: “Il mercante di stelle”; successivamente c’è stato il tributo al grande Renato Carosone per poi passare ad un medley di canzoni come “Fai come vuoi” e “Vera”, lo spettacolo è proseguito con “Anema e core”, il tributo al grande Raffaele Viviani con “La rumba de scugnizzi” per poi passare al suo cavallo di battaglia, ovvero il medley di “C’era una volta…Scugnizzi” che lo ha visto protagonista dal 2002 al 2007 e per concludere il brano “Yes i know my way” che ha ricordato il grande Pino Daniele a pochi giorni da un anno della sua scomparsa.

Nell’ultima parte di spettacolo, Sal è stato coadiuvato dal cantante Rosario Miraggio reduce dalla serata di fine anno a piazza della Repubblica a Bari insieme al più famoso cantautore Gigi D’Alessio ed insieme hanno interpretato il brano che Sal portò nel 2009 a Sanremo “Non riesco a farti innamorare” per poi concludere la serata con i pezzi “A città e Pulecenella” e “Napule” che nel 2004 interpretò insieme a Gigi D’Alessio, Gigi Finizio e Lucio Dalla.

La serata s’è conclusa con i ringraziamenti da parte del sindaco Nando Uliano che ha letto una dedica che Sal Da Vinci aveva voluto omaggiare alla cittadina mariana.

Giovanni MATRONE