Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Turi a Le Vespette: “Non conta il risultato, tireremo le somme alla fine in tutte le categorie”

Le sue parole

A ‘Le Vespette’, programma dedicato al settore giovanile della Juve Stabia, è intervenuto il direttore Alberico Turi:

“La festa dell’ attività di base tenutasi in settimana è stata davvero bella per il calore e l’ attaccamento nei confronti della Juve Stabia. A tutti questi ragazzini auguro che i nostri colori rimangano impressi nel cuore. Un augurio particolare a Ettore Ruggiero alle prese con un problema al ginocchio”.

Su Antonio Todisco: “Il suo è un problema legato alla crescita, lo stesso di Ruggiero. Il ragazzo è alto circa 1,86 mt, grazie al lavoro svolto da Rossi e Vincenzo Esposito sta compiendo passi da gigante. Speriamo che questo problema possa superarlo nel più breve tempo possibile”.

Torna in campo la Berretti, arriva la Casertana al Romeo Menti…
“Un match importante, non bisogna mai sottovalutare l’ avversario e a maggior ragione la Casertana visto che si tratta di un derby. Tutti vogliono fare bene contro noi, ci saranno diversi ragazzi che prima militavano tra le nostre fila. Ragazzi che sono stati in prova da noi ma che purtroppo non abbiamo potuto inserire nelle nostra rosa. Questo non per mancanza di bravura ma per una questione di numero”.

La squadra di mister Panico ha la media punti più alta tra tutti i campionati Berretti…
“Queste statistiche per me non fanno testo. A me interessa la crescita dei ragazzi come ho ribadito tante volte. E’ chiaro che questi numeri possono far piacere ma in un settore giovanile ciò non conta nulla. Conta la crescita dei ragazzi”.

Diomaiuta e Casella tra i convocati di Panico…
“Due ragazzi eccezionali di grande prospettiva. Casella ha la capacità di leggere le traiettorie, sa uscire bene palla al piede ed è straordinario in fase di impostazione. Diomaiuta è attento nella marcatura, negli anticipi ed è veloce nei recuperi. Due ragazzi che si compensano l’ uno con l’ altro, se saranno chiamati in causa svolgeranno il proprio dovere. Di sicuro non faranno rimpiangere chi è assente”.

Su Dan Berci:
“Il ragazzo sta recuperando ma non è ancora pronto per un eventuale impiego dal primo minuto. E’ ancora i fase di recupero, la convocazione è arrivata per farlo stare insieme ai compagni. Non vogliamo rischiare schierandolo dall’ inizio”.

Gli Under 15 di Belmonte qualificati ai play off con tre turni di anticipo, basta un solo punto per la certezza del primo posto…
“Non conta il risultato, dobbiamo affrontare queste tre partite con il massimo rispetto. Alla fine tireremo le somme”.

In 19 gare giocate, la squadra di Belmonte ha subito solo 8 reti. La crescita del gruppo parte da dietro…
“La forza di questo gruppo è la difesa, non dimentichiamo che abbiamo Esposito e Annibale in Nazionale. Lo stesso possiamo dire di Costanzo e Selvaggio a centrocampo. Con ciò non voglio togliere nulla a nessuno. In Nazionale sarebbero potuti andare benissimo anche Zaccariello, Boccia, De Blasio. E’ una squadra formata da ragazzi che danno il massimo, è giusto che raccolgono anche dei risultati. Per quanto riguarda le difficoltà dell’anno scorso devo dire che è stata solo colpa mia. Ho sbagliato qualche scelta tecnica, quest’ anno ci siamo rifatti alla grande con Magone e Belmonte. Forse curiamo l’ aspetto difensivo in un modo particolare, chissà può essere anche fortuna la nostra. Il lavoro parte dall’ attività di base, potremmo dire che è il lavoro di Mainolfi che viene avanti nel tempo. Saby è un ragazzo eccezionale ben inserito nel mondo del calcio. Allo stesso tempo è il più umile del mondo, a volte sono io a doverlo spronare. Questo non perché non sia capace, caratterialmente sa benissimo quelle che sono le gerarchie e le rispetta. Non c’è nessuno che possa insegnargli qualcosa, è nato pane e pallone”.

Su Dario Pistola…
“Molto probabilmente farà parte in pianta stabile degli Under 17. Giocherà con Del Prete, Esposito, Capasso, De Luca. Chiaramente tutto dipende dall’ accordo tra i rispettivi tecnici, noi operiamo in modo democratico e collettivo cercando di non rompere determinati equilibri. Tutti sono importanti ma nessuno è indispensabile a partire da me”.

Daniele è stato aggregato alla Berretti. Potrebbe far parte degli Under 17 durante i play off?
“Tutto è possibile, bisognerà vedere come si svolgeranno le prossime giornate e dove ci sarà maggior bisogno. Daniele è un ragazzo pronto, a breve avrò un incontro con tutti i tecnici per fare determinate valutazioni. Programmeremo la fase dei play off, sarà ancora una volta un lavoro di equipe”.

Terzo posto in classifica a più tre sulla Sambenedettese per gli Under 17. La settimana prossima contro il Monopoli sarà la partita più importante?
“Gara importante che non so ancora dove si disputerà. Difficile che il match possa essere anticipato al sabato, di domenica dobbiamo lasciare il Menti alla prima squadra. Ecco perchè avevamo pensato di anticipare la gara ma l’ allenatore del Monopoli ha rotto un po’ le uova nel paniere. Cercheremo comunque un campo che esalti le nostre caratteristiche e che possa metterli in difficoltà. Giocare nel nostro stadio era molto importante per noi, cercheremo comunque di ovviare a questo fattore”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

I nostri sponsor: