Tensione nel Medio Oriente: Israele attacca l’Iran, G7 si prepara a nuove sanzioni

LEGGI ANCHE

Nell’ultimo scontro nel Medio Oriente, Israele attaccato l’Iran suscitando tensioni globali. Nonostante la risposta calma di Teheran, il G7 si prepara ad azioni concrete per prevenire ulteriori conflitti.

Tensione nel Medio Oriente: Israele colpisce l’Iran, Teheran rimane in silenzio mentre il G7 si prepara a nuove sanzioni

Conflitto in Medio Oriente. Iran attaccato, Israele: possiamo colpire sempre. Teheran: nessuna reazione immediata. Veto Usa ad adesione della Palestina alle Nazioni Unite

Nella recente escalation nel Medio Oriente, Israele ha lanciato un attacco contro una base militare in Iran, precisamente nella provincia di Esfahan. Le conseguenze si sono estese con lo spazio aereo chiuso su Teheran e altre città per diverse ore. Nel nord di Israele, le sirene di allarme hanno suonato mentre esplosioni sono state registrate anche nel sud della Siria.

G7 Esteri: “Evitare escalation in Medio Oriente. Pronti a nuove sanzioni contro l’Iran” 

Nonostante l’attacco, Teheran ha reagito con calma, senza pianificare ritorsioni immediate. Il Ministro degli Esteri americano Blinken ha dichiarato che gli Stati Uniti non sono coinvolti in operazioni offensive e stanno lavorando per ridurre le tensioni.
Inoltre, gli Stati Uniti hanno posto il veto sulla bozza di risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che raccomandava l’adesione piena della Palestina alle Nazioni Unite, mentre il G7 Esteri ha espresso la volontà di evitare ulteriori escalation nel Medio Oriente e si è detto pronto a imporre nuove sanzioni contro l’Iran.

Parigi, ucciso un uomo che ha minacciato di farsi esplodere al consolato d’Iran

Nel frattempo, a Parigi, un uomo è stato ucciso dopo aver minacciato di farsi esplodere al consolato iraniano. La polizia ha confermato che non sono stati trovati materiali esplosivi né su di lui né nella sua auto.

Cina ordina ad Apple di rimuovere da App Store WhatsApp e Threads

Infine, in Cina, Apple ha rimosso WhatsApp e Threads da Meta Platforms dal suo App Store su richiesta di Pechino per motivi di sicurezza nazionale, mentre altre app di Meta come Facebook, Instagram e Messenger rimangono disponibili.

Paesi Bassi, Amsterdam vieta la costruzione di nuovi hotel per frenare il turismo

Amsterdam ha annunciato il divieto di costruire nuovi hotel come parte dei suoi sforzi per controllare il turismo eccessivo.


F1, GP Canada: Verstappen trionfa. Disastro Ferrari

Alla fine l’ha ancora una volta spuntata lui. Max Verstappen vince anche il GP del Canada davanti a Lando Norris e alla Mercedes di...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare