Juve Stabia – Potenza, Pagliuca: è la vittoria dei giocatori che giocano meno

LEGGI ANCHE

Guido Pagliuca, tecnico della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza stampa al termine del match vinto col Potenza per 3-0 con gol di Candellone e doppietta di Romeo.

Le dichiarazioni di Guido Pagliuca, allenatore della Juve Stabia, al termine del match col Potenza sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Questa vittoria di oggi l’abbiamo fatta contro una squadra importante che ha l’attacco più forte della categoria, il centrocampo più forte e una delle difese più forti. Questa è la vittoria dei giocatori che giocano meno. E’ la vittoria di un gruppo che ogni giorno si allena con grande applicazione.

A tutti piace vincere. Sono punti questi che facciamo per salvarci perché quello è il nostro obiettivo. Se facciamo un punto a Giugliano è un grande punto. È il nostro percorso di crescita, è importante ciò che stiamo facendo ma il nostro campionato non è questo. Noi avremo bisogno dell’aiuto di tutti in questo campionato.

I nostri tifosi fanno capito che abbiamo bisogno di tutti e abbiamo bisogno di aver ben chiaro tutti che il nostro obiettivo è la salvezza. Ciò ci deve aiutare per mettere fieno in cascina. Sono felice della squadra, dei tifosi ma sono anche consapevole che non siamo pronti per i grandi obiettivi.

Il Giugliano?

A Giugliano vinceranno poche squadre. Quello è stato un grande punto. Noi dobbiamo giocare una gara alla volta anche per crescere. Alcune volte la tensione ci potrebbe portare qualche problema.
Ma dobbiamo avere tutti i piedi per terra e non fare voli pindarici.

Buglio

Buglio ha giocato da sotto punta perché lo conosco bene e ci serviva un giocatore più di palleggio e di inserimento come anche Romeo che ci permetteva di creare più spazi in avanti.

Dobbiamo lavorare con entusiasmo e cercare di far crescere i nostri giovani. Oggi sono contento per i ragazzi e per la gente di Castellammare. Ho trovato uno staff che lavora con passione h24, uno staff medico che collabora anche con noi.

Ora dobbiamo essere bravi a recuperare ma questo è un gruppo splendido che lavora sempre con intensità.

Leone deve giocare a due tocchi, quando fa il terzo tocco non ci serve più.
La squadra deve pensare alla prestazione e focalizzarsi su quello. I ragazzi devono essere consapevoli che questa è una piazza che merita tanto.

Abbiamo creato una squadra che può crescere col lavoro.

Sul neo acquisto Andreoni?

Abbiamo in uscita un ragazzo 2002 (Boccia – ndr -) e dovevamo completare le coppie perciò abbiamo preso Andreoni”.


Juve Stabia TV


Mattia Cascone difenderà i colori della Virtus Stabia

Mattia Cascone, classe 2005, potrebbe essere il nuovo difensore under della Virtus Stabia. La Virtus Stabia continua la caccia ai calciatori per la costruzione di...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare