Juve Stabia, giorni di porte girevoli – EDITORIALE

Juve Stabia Ternana Calcio Serie C 2020-2021 (5)

La Juve Stabia torna al successo nella gara casalinga contro la Vibonese. Dopo le sconfitte con Ternana, Monopoli e Casertana la squadra di Padalino riprende la propria marcia verso la parte sinistra della classifica, momentaneamente persa alla luce degli ultimi risultati negativi.

La vittoria contro i calabresi restituisce non solo il bottino pieno alla Juve Stabia ma anche la serenità di cui si era notevolmente sentito la mancanza nelle ultime settimane. Le reti di Berardocco e Borrelli consegnano a Padalino una vittoria da squadra cinica, al termine di un match certamente non spettacolare ma essenziale e concreto, di quelli che tutti gli allenatori vorrebbero affiancare ad un buon risultato.

Un risultato che si è forgiato più che a centrocampo, reparto che spesso decide le sorti di un confronto, vicino le porte delle due squadre. La Juve Stabia è riuscita infatti a blindare la propria porta, per l’occasione e per il futuro affidata  a Russo, dopo gare che avevano mandato in frantumi le buone statistiche difensive dei campani. Inoltre, nota positiva, è arrivato il cinismo sotto porta che spesso in questa stagione è mancato. In attesa dei gol dell’uomo copertina del mercato stabiese, Alessandro Marotta (oggi dovrebbe essere ufficiale il suo arrivo), il giovane Gennaro Borrelli si è preso la scena dell’attacco delle Vespe.

Gol di pura potenza e precisione per il ragazzo arrivato dal Cosenza, di cui Padalino pare già non poter far a meno. Se Borrelli è il protagonista sotto la porta della Vibonese, assumono in queste ore rilevanza le porte girevoli della Juve Stabia, che vedrà parecchie uscite ed entrate nelle concitate battute finali della sessione di calcio mercato.

Probabile che la difesa saluterà vecchi interpreti per dare il benvenuto a nuove colonne del reparto, come anche centrocampo ed attacco siano sul punto di essere rafforzati. Molto dipenderà dalle valutazioni sulle condizioni di Cernigoi e sulla necessità di fornire una consona alternativa a Orlando, unico esterno vero e di ruolo rimasto in organico. Anche le valutazioni tattiche di Padalino, con un’identità che pare stia abbandonando con rapidità il 4-3-3, potranno orientare le manovre di mercato di Giuseppe Pavone.

Eppure non c’è nemmeno il tempo per assimilare il risultato con la Vibonese e godersi la serenità ritrovata perché tra 48 ore si scende di nuovo in campo. Al Menti arriva il Catania, contro cui riscattare la sconfitta dell’andata mai del tutto digerita da Padalino e dai suoi ragazzi. Una gara che potrebbe diventare nuova porta di ingresso verso le posizioni rilevanti della classifica.