24.4 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Maggio 21, 2022

Izzo: “Col 4-3-3 la Juve Stabia potrebbe essere più incisiva sotto porta con maggiori rifornimenti ad Eusepi”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Raffaele Izzo, giornalista del Corriere dello Sport, è intervenuto nel corso del programma televisivo “Juve Stabia Live” per parlarci del prossimo match di campionato Juve Stabia-Foggia e dei movimenti di mercato delle Vespe.

Le dichiarazioni di Raffaele Izzo sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“E’ un mercato che rispetto allo scorso anno fa capire quella che sarà la stagione della Juve Stabia. L’anno scorso arrivarono grandi nomi come Marotta. Quest’anno è un mercato che non rivoluzionerà più di tanto la classifica della Juve Stabia. Ceccarelli – aggiunge Izzo – è un ritorno di un buon calciatore che ora si prende responsabilità che sono sempre mancate all’inizio della sua carriera.

Con il Campobasso è una di quelle gare che influenzano il giudizio sull’operato di Sottili. A Campobasso è arrivato un punto che fa classifica e fa morale. Mettere un mattoncino in classifica è comunque importante anche perché finché non si raggiunge la salvezza non si è tranquilli. Di buono – continua Izzo – c’è l’ottimo esordio di Ceccarelli, di meno buono c’è il fatto di aver sofferto dietro. Ora è importante ritrovare la vittoria in casa prima ancora di conquistare più punti anche fuori dalle mura amiche. 

Il paradosso della Juve Stabia di quest’anno è che mancano esterni di ruolo. L’anno scorso Fantacci dove lo mettetevi faceva bene. Quest’anno sono utilizzati sempre Bentivegna e Panico. Col 4-2-3-1 Bentivegna lo si finisce per perdere un po’. E’ molto simile a Stoppa. Sicuramente con un 4-3-3 ricollegandomi al fatto che non sono esterni puri Ceccarelli e Bentivegna si può essere più incisivi sotto porta con maggiori rifornimenti per Eusepi che forse così viene messo più in condizione di segnare. Credo però che Sottili – continua Izzo – vada avanti per un 4-2-3-1 con un centrocampo più muscolare. Credo che qualcosa si possa fare ancora sugli esterni.

Le potenzialità per centrare il decimo o nono posto ci sono. Il calcio ci smentisce sempre e magari si ripete quanto avvenuto lo scorso anno. Non è stata presa la ciliegina sulla torta perché già c’è Eusepi, deve solo essere innescato meglio sotto porta.

Le prospettive del Foggia a inizio campionato credo fossero di alta classifica. Il rinnovo di Zeman e Pavone sarà importante vedere se influirà positivamente anche sulla squadra. Bisognerà vedere se si tratta di una tregua armata o di una pace duratura. Il Foggia può puntare su Rizzo e Garattoni che conoscono molto bene la Juve Stabia. Mi aspetto – conclude Izzo – una Juve Stabia volitiva, il risultato è sempre un’incognita poi quando c’è Zeman sulla panchina”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy