La Giunta regionale siciliana di centrodestra aumenta gli stipendi agli 11.848 dipendenti
La Giunta regionale siciliana di centrodestra aumenta gli stipendi agli 11.848 dipendenti

Il Governo siciliano aumenta gli stipendi ai dipendenti regionali

La Giunta regionale siciliana di centrodestra aumenta gli stipendi agli 11.848 dipendenti da 90 a 140 euro mensili. Per i dirigenti il Governo Draghi ha impugnato la legge

La Giunta regionale siciliana di centrodestra del Presidente Nello Musumeci ha deliberato per il triennio 2019/2021 un aumento mensile di stipendio per gli 11.848 dipendenti con uno stanziamento di circa 50 milioni nella legge finanziaria di quest’anno.

Si prevede un aumento medio del 3,78 per cento, dunque con scatti che vanno dagli 88 euro per i dipendenti della categoria più bassa ai 143 per quelli della fascia più alta.

Sono previsti inoltre 14 milioni di euro per la formazione ovverosia riqualificazione dei dipendenti regionali.

Intanto il Governo nazionale del Premier Draghi, nel Consiglio dei Ministri di ieri sera ha impugnato l’aumento degli stipendi per i circa mille dirigenti regionali siciliani di seconda e terza fascia (sempreché poi ci sia la “motivazione” nel ricorso innanzi alla Consulta e non come in qualche caso come fatto rilevare dagli stessi Giudici: 28 Dicembre 2020).

L’aumento per i dirigenti regionali siciliani concedeva un bonus mensile da 209 euro e un una tantum da 9.288 a tutti i dirigenti. La proposta d’impugnare la norma siciliana è stata del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini.

Il rinnovo era già stato bocciato all’inizio del 2021 dalla Corte dei Conti che aveva rilevato un buco di quasi un milione di euro (946 mila euro) nella copertura finanziaria. A settembre il Governo Musumeci portò all’Ars la variazione di bilancio. Che però non ha superato l’esame del Consiglio dei ministri.

Della stessa legge sono stati bocciati anche i commi 2 e 3 dell’articolo 3, che riguarda gli stipendi dei direttori dei parchi regionali in quanto inquadrati nella fascia dei direttori generali ma pagati come direttori di servizio.

L’OPINIONE

Alla fine del prossimo anno ci sono le elezioni regionali in Sicilia.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Ascolta la WebRadio