25.8 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Agosto 15, 2022

Come vivere bene la nuova gioventù che va dai 51 ai 65 anni

Da leggere

In questa fascia di età ti consigliamo una periodica visita di controllo dal medico di medicina generale che stabilirà, a seconda del tuo stato di salute, la prescrizione di eventuali visite specialistiche e ti istruirà sul come vivere bene la nuova gioventù (foto dal Ministero della Salute)

ll medico curante stabilisce, in base al tuo stato di salute, la prescrizione di eventuali controlli clinici e strumentali da fare in questa fascia di età.

In questa fascia di età sono previste le seguenti vaccinazioni:

  • richiamo del vaccino contro difterite, tetano e pertosse ogni 10 anni
  • vaccino contro morbillo, parotite e rosolia (se soggetto suscettibile, perché non ha avuto anche una sola delle 3 malattie o non è stato precedentemente vaccinato con 2 dosi)
  • vaccino contro la varicella (se soggetto suscettibile, perché non ha avuto la malattia o non è stato precedentemente vaccinato con 2 dosi)
  • a 65 anni: vaccino contro lo pneumococco
  • a 65 anni: vaccino contro l’herpes zoster
  • a partire dai 65 anni: vaccino anti-influenzale stagionale (ogni anno).

Da 25 anni fino a 64 anni ti consigliamo di partecipare ai programmi di screening per il tumore della cervice uterina.. La partecipazione avviene aderendo all’invito inviato dalla ASL di residenza. Il test impiegato finora nello screening per il cancro del collo dell’utero è il Pap-test ma, visto il ruolo di alcuni tipi di virus HPV (cosiddetti ad alto rischio) nello sviluppo del cancro della cervice uterina, le Regioni recentemente sono state invitate a introdurre il test HPV come test di primo livello nello screening cervicale.

Da 50 anni fino a 69 anni ti consigliamo partecipare ai programmi di screening per il 

  • tumore seno, secondo le Linee-guida del Ministero, accettando l’invito della ASL di residenza ad effettuare una mammografia bilaterale ogni 2 anni.tumore del colon-retto, secondo le Linee-guida del Ministero, accettando l’invito della ASL di residenza ad effettuare un test del sangue occulto fecale ogni 2 anni (o la rettosigmoidoscopia se la ASL ha scelto questo tipo di screening).
  • tumore del colon-retto, secondo le Linee-guida del Ministero, accettando l’invito della ASL di residenza ad effettuare un test del sangue occulto fecale ogni 2 anni (o la rettosigmoidoscopia se la ASL ha scelto questo tipo di screening).

COLLEGATA:

Come vivere bene la nuova gioventù che va dai 51 ai 65 anni / Cristina Adriana Botis / Redazione

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy