Quantcast
Banner Gori
Caserta Juve Stabia
juvestabia - news

Juve Stabia, Caserta: Mancata la cattiveria, dobbiamo trovare la mentalità dello scorso anno

Esordio casalingo amaro per la Juve Stabia, superata per 0 – 2 dal Pisa. Il tecnico delle Vespe, Fabio Caserta, ha analizzato la gara ai nostri microfoni

Queste le parole del trainer gialloblu:

C’è molto da lavorare ma parlo di quello che devo fare io in campo. Non so quello che succederà domani nell’ultimo giorno di mercato ma penso solo a quelli che sono i miei compiti. Forse qualcuno si era illuso senza motivo dopo la promozione ma la realtà è questa: ci stanno girando male tanti episodi, certo stiamo sbagliando anche noi ma continueremo a lavorare sodo. Vedo troppa depressione nell’ambiente ma non scopriamo nulla; è un campionato difficile in cui ci sarà da combattere. Oggi ad esempio a nostra rete era regolare; se le cose vanno come è normale che vadano lì cambia la partita a nostro favore. Il risultato di oggi non cambia quello che dobbiamo fare: spero che ai ragazzi sia lasciato tempo e modo di lavorare serenamente perchè in questo modo potremo dare tutti di più. Tra l’altro l’unico responsabile sono io, non voglio che ai ragazzi siano date colpe non loro.

Mi pare di poter dire che il Pisa ci ha aspettato per tutta la gara, non ci ha schiacciato nella nostra metà campo; questo è indicativo della nostra prestazione. Certo, due sconfitte fanno male: dopo quella di Empoli oggi ci tenevamo a fare bene ma ci rifaremo. Lisi? Ha fatto bene giocando nel suo ruolo naturale; partendo da dietro è in grado di fare molto male. Sono sicuro che farà una grande stagione perchè ha doti importanti; dal canto nostro abbiamo provato ad arginarlo ma non ci siamo riusciti anche a causa di tanti problemi fisici che hanno condizionato la prova di alcuni ragazzi.

E’ mancata un po’ di cattiveria; siamo arrivati troppo spesso secondi sulle palle; posso rimproverare solo questo ai ragazzi. E poi sono mancati gli episodi favorevoli: anche oggi siamo stati sfortunati nelle scelte dell’arbitro. Dopo la rete però dovevamo reagire meglio, ci siamo fatti abbattere dal gol subìto e questo non va bene: lo abbiamo dimostrato lo scorso anno che un gol è recuperabile, anche a tempo quasi scaduto. Dobbiamo ripartire dalla mentalità dello scorso anno che evidentemente ancora ci manca.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più