Dopo un calvario lungo più di un anno, Matteo Berrettini torna a vincere un torneo ATP!

LEGGI ANCHE

Visite : 0

Dopo un periodo di lunghi e continui infortuni, un cambio allenatore e un digiuno che durava dal Queen’s 2022, Matteo Berrettini torna a vincere un titolo ATP a Marrakech su terra battuta contro Roberto Carballés Baena, campione uscente del torneo.

Che bello rivedere Berrettini a questi livelli! Due settimane fa aveva perso la finale del Challenger di Phoenix, torneo che ha scelto per il suo rientro. A Miami è uscito al primo torno, complice anche un colpo di calore. La terza è quella buona, con un torneo giocato in maniera straordinaria da parte sua.

Un 2023 da infortunato pareva non dare più speranze di poter tornare a grandi livelli, ma invece rieccolo qui, lo stesso tennista che nel 2021 è stato finalista di Wimbledon. Da domani torna in top 100 e vola a Montecarlo dove ha avuto una wildcard e incontrerà Kecmanovic al primo turno.

Matteo Berrettini
fonte: Social Matteo Berrettini

La finale di Berrettini a Marrakech

La finale di oggi parte in salita sin da subito per Matteo che ha giocato di più rispetto allo spagnolo ed era più stanco fisicamente. A questo si aggiunge che Berrettini è rientrante nel circuito e che questa è stata la prima finale ATP dopo Napoli 2022.

Matteo subisce break ad inizio partita, ma ha la forza di fare subito il contro-break e di portare avanti il set, sul 5-5 effettua il break e va a vincere 7-5 il primo set evitando il    tie-break.

Il secondo set è l’esplosione del tennis di Berrettini e la messa in pratica delle nuove armi messe in pratica da quando ha cambiato team, perché è evidente che da quando è stato cambiato il team che si occupa di Matteo, la palla corta è un’arma usata più spesso. Questo è possibile anche grazie al fatto che Matteo ha davvero una mano da fioretto sotto rete.

Berrettini effettua il break ad inizio secondo set, difende tre palle del contro-break e mantiene il break. Effettua anche il secondo break e per poco non chiude l’incontro con un terzo break nel secondo set. Matteo non trema quando va a servire per il titolo e chiude col colpo che lo distingue da sempre: Ace!

Quindi Game-Set-Match-Championship Matteo Berrettini e bentornato!

Le parole in italiano di Matteo sul palco della premiazione sono un forte segnale che non è finita qui: “Questo è solo l’inizio!”

Non ci resta che attendere Matteo sulla stagione su terra che è iniziata nel migliore dei modi. Sarà un anno dove Berrettini avrà da difendere solamente gli ottavi a Wimbledon, ma per il resto è tutta discesa.


F1, FP2 GP Monaco: Leclerc detta il passo, ma ottimo Hamilton

La premessa va fatta ed è sempre la stessa: è solo venerdì, siamo solo nelle prove libere, ma dalle FP2 del GP di Monaco...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare