Quantcast

Banner Gori
Rapina in via Gianturco: due uomini arrestati dalla Polizia Estorsione aggravata da metodo mafioso: la Polizia interviene Polizia impegnata in operazioni di controllo sul territorio Polizia per frenare violenza e rapine
Sud - cronaca

Polizia sul territorio per frenare i colpevoli di violenza e rapina

Nel pomeriggio e nella serata di ieri, la Polizia è intervenuta in due operazioni di contrasto a rapina e delitto.

Polizia sul territorio per frenare i colpevoli di violenza e rapina

NAPOLI- Le Forze dell’Ordine di Polizia presenti sul territorio, arrestano a Vasto un 36 enne per rapina e sottopongono a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio G.C., cittadino italiano 34enne.

Ieri pomeriggio gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, transitando in via Pica hanno udito delle urla e hanno visto due persone rincorrere un uomo.
I poliziotti, dopo un inseguimento, lo hanno raggiunto e bloccato in via Torino accertando che l’uomo, dopo aver prelevato dall’auto delle vittime la somma di 16 euro e un bracciale, li aveva aggrediti con calci e pugni per darsi alla fuga.
Yasine Lambarki, 36enne marocchino con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato per rapina impropria e denunciato per inosservanza all’ordine di espulsione emesso dal Questore di Napoli in data 23 novembre 2018.

Nella serata di ieri, la Squadra Mobile ha sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio G.C., cittadino italiano di anni 34.
Alle ore 19:20 circa di ieri 24 maggio in Piazza Bellini è stato accoltellato ad un cittadino capoverdiano di anni 38 successivamente sottoposto ad intervento chirurgico per i molteplici fendenti ricevuti all’addome, al torace, al gluteo, alla coscia ed alla scapola.
Il presunto autore è stato identificato nel cittadino italiano G.C. che avrebbe agito per motivi personali, successivamente rintracciato dalla Squadra Mobile lontano dalla propria abitazione e su disposizione della Procura associato presso la Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.
Le indagini proseguono sotto la direzione del Pubblico Ministero.

 

 

Stéphanie Esposito

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Stéphanie Esposito

Stéphanie Esposito

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat