Quantcast

Sud - cronaca

Castellammare, Il Commissario chiude i rubinetti dell’Acqua Della Madonna: tracce di fango nella fonte

In seguito a prelievi effettuati dopo una segnalazione, il commissario prefettizio ha ordinato i sigilli per la Fonte dell’Acqua della Madonna

Il commissario prefettizio di Castellammare di Stabia emana l’ordinanza per la chiusura della Fonte:” Premesso che a seguito di segnalazione telefonica del comando Vigili Urbani inerente a residui individuati all’atto dell’erogazione e del prelievo dell’acqua provenientedalla mescita pubblica della fonte ” Madonna”, all’apparenza definiti come “fango”, ordina il divieto di prelievo delle acque provenienti dalle fontane pubbliche della sorgente “Acqua della Madonna”, site in questa città in via Duilio, nelle more della esecuzione dei lavori di manutenzione e delle successive analisi.”.  Questo si legge nell’ordinanza a firma Anna Nigro, il commissario prefettizio di Castellammare di Stabia. Sostanzialmente è vietato riempire le bottiglie con l’acqua della Madonna, in via precauzionale. In un primo momento molti avevano pensato che si trattasse di ordinaria manutenzione, quando hanno visto le transenne alla fontana di via Duilio, ma l’ordinanza ha tolto ogni dubbio: dalle fontane, mescolato all’acqua, fuoriesce anche del fango. In effetti, quasi ogni anno l’amministrazione comunale pare sia costretta a vietare il prelievo dell’acqua. Anche quest’anno, l’amministrazione ha dovuto correre ai ripari ed interdire il prelievo. Questa volta, però, nella sede dell’ufficio tecnico non sarebbero molto ottimisti.I tecnici comunali sospettano che ci sia stato uno smottamento sotterraneo che abbia causato la rottura della condotta dell’acqua della Madonna. Al momento non si tralascia nessuna ipotesi, ma fino ad ulteriori accertamenti i cittadini non potranno prelevare l’acqua dalla famosa fonte.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania