Quantcast

Isole - cronaca

Vallata dell’Agrò (ME), Corridoi ecologici, forse in arrivo 219mila euro. Una goccia in un mare

Da queste pagine ci si era già occupati dei “Corridoi Ecologici della Vallata dell’Agrò siti nella provincia jonica messinese. Un mistero lungo nove anni.

Il progetto per il quale verranno forse erogati questi 219 mila euro, vede Savoca ente capofila di un partenariato composto dai comuni di Casalvecchio Siculo e Sant’Alessio Siculo, della Fondazione “Fiumara d’Arte” del mecenate Antonio Presti, dell’Istituto comprensivo di Santa Teresa di Riva, dell’Istituto d’istruzione superiore “Caminiti – Trimarchi”, delle parrocchie Santi Rosalia e Francesco di Paola di Savoca, S.Onofrio Eremita di Casalvecchio Siculo, S. Maria delle Grazie di Sant’Alessio Siculo, della Pro loco di Casalvecchio Siculo, otterrà un finanziamento di 219mila e 776 euro.

Sul percorso naturalistico si eseguiranno una serie di interventi di manutenzione straordinaria e riqualificazione al fine di migliorarne la funzionalità favorendo ecoturismo, trekking, cicloturismo, quali: manutenzione straordinaria dei 2 ponti ciclopedonali di attraversamento del torrente; sistemazione della pavimentazione in terra stabilizzata del percorso e integrazione di nuova pavimentazione dello stesso tipo; sostituzione e integrazione di nuove staccionate in legno al fine di garantire una maggiore sicurezza nella fruizione; realizzazione di  3 “aree fitness” nel territorio di competenza dei comuni di Savoca, Sant’Alessio Siculo e Casalvecchio con fornitura e posa in opera di attrezzature sportive da esterno; fornitura e posa in opera di portabici, panchine e cestini porta rifiuti lungo il percorso; fornitura e posa in opera di sistema di videosorveglianza che andrà ad interessare anche le parti più “sensibili” del percorso ecologico prospicienti il centro sportivo.

Da queste pagine ci si era già occupati dei “Corridoi Ecologici della Vallata dell’Agrò. Un mistero lungo nove anni”. Si era scritto da subito che “La condizione dei Corridoi Ecologici sul Torrente Agrò nella Riviera Jonica messinese è un mistero” e ci si domandava già allora come mai nessuna Autorità di Controllo in tanti anni se n’è mai occupata.

Oggi non si può che ribadire ciò e con più stupore. Innanzitutto per l’esiguità dell’eventuale finanziamento di 219 mila euro, seppure ben venga lo stesso anche se è una goccia in un mare. Poi in quanto il finanziamento richiesto a ottobre 2017 sarebbe stato di “quasi 4 milioni di euro, intercettando un finanziamento regionale a valere sulla programmazione 2014/2020”. Inoltre quel finanziamento era stato previsto per “rendere funzionali a vari usi le strutture esistenti, tra le quali le due cavee a S. Alessio e Casalvecchio, mai pienamente sfruttate anche per motivi di inagibilità, e i ponti in legno che collegano le due sponde a valle e a monte del percorso, che necessitano di manutenzione urgente visto il pessimo stato di conservazione”. Di fatto sono in atto chiusi, poiché con alcune parti pericolanti per totale assenza di manutenzione.

Non c’è traccia di questi interventi. Sicché le due cavee, specialmente quella di Sant’Alessio Siculo e i due ponti in legno che attraversano il torrente unendo le due sponde, sono destinati a continuare a sfaldarsi e marcire.

Adduso Sebastiano

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania