33.8 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Luglio 2, 2022

Il presidente Joe Biden firma i primi 17 ordini esecutivi e altre azioni

Da leggere

Il presidente Joe Biden ha completato la firma di 17 ordini esecutivi nel suo primo giorno alla Casa Bianca. Tra le misure più significative l’obbliegatorierà delle mascherine in tutte le proprietà federali, un ordine sull’eguaglianza razziale e il rientro degli Usa negli accordi sul clima di Parigi. – VIDEO

WASHINGTON – In 17 ordini esecutivi, memorandum e proclami firmati poche ore dopo il suo insediamento, il presidente Biden si è mosso rapidamente mercoledì per smantellare le politiche dell’amministrazione Trump, secondo i suoi collaboratori, aver causato il “maggior danno” alla nazione.

Nonostante un discorso inaugurale che richiedeva unità e compromesso , le prime azioni di Biden come presidente sono nettamente mirate a spazzare via la risposta pandemica dell’ex presidente Donald J. Trump, invertire la sua agenda ambientale, abbattere le sue politiche anti-immigrazione, sostenere l’economia in bilico recupero e ripristino degli sforzi federali per promuovere la diversità.

Ecco uno sguardo a cosa mirano a realizzare le misure.

Il signor Biden ha firmato un ordine esecutivo che nomina Jeffrey D. Zients come coordinatore ufficiale della risposta al Covid-19 che riferirà al presidente, nel tentativo di preparare in modo “aggressivo” la risposta della nazione alla pandemia. L’ordine ripristina anche la direzione per la sicurezza sanitaria globale e la difesa biologica presso il Consiglio di sicurezza nazionale, un gruppo che Trump aveva sciolto.

Sebbene non sia un mandato di maschera nazionale , che molto probabilmente cadrà in una sfida legale, il signor Biden richiede l’allontanamento sociale e l’uso di maschere su tutte le proprietà federali e da tutti i dipendenti federali. Sta anche avviando una “sfida di mascheramento dei 100 giorni” esortando tutti gli americani a indossare maschere e funzionari statali e locali per attuare misure pubbliche per prevenire la diffusione del coronavirus .

Il signor Biden sta anche ripristinando i legami con l’Organizzazione mondiale della sanità dopo che l’amministrazione Trump ha scelto di ritirare l’adesione e il finanziamento della nazione l’ anno scorso. Il dottor Anthony S. Fauci sarà il capo della delegazione degli Stati Uniti al consiglio esecutivo dell’organizzazione e entrerà nel ruolo con un incontro questa settimana.

Con un ordine esecutivo, il signor Biden ha sostenuto il programma Deferred Action for Childhood Arrivals che protegge dalla deportazione gli immigrati portati negli Stati Uniti da bambini, spesso chiamati Dreamers. Il signor Trump ha cercato per anni di porre fine al programma, noto come DACA. L’ordine chiede inoltre al Congresso di emanare una legislazione che offra uno status permanente e un percorso verso la cittadinanza per quegli immigrati.

Un altro ordine esecutivo revoca il piano dell’amministrazione Trump di escludere i non cittadini dal conteggio del censimento, e un altro ribalta un ordine esecutivo di Trump che ha spinto sforzi aggressivi per trovare e deportare immigrati non autorizzati. Un altro ordine ancora blocca la deportazione dei liberiani che hanno vissuto negli Stati Uniti.

In un duro colpo a una delle prime azioni del suo predecessore per limitare l’immigrazione, Biden ha anche posto fine al cosiddetto divieto musulmano, che ha bloccato i viaggi negli Stati Uniti da diversi paesi prevalentemente musulmani e africani . Il signor Biden ha ordinato al Dipartimento di Stato di riavviare l’elaborazione dei visti per le persone dei paesi colpiti e di sviluppare modi per affrontare i danni causati a coloro a cui è stato impedito di recarsi negli Stati Uniti a causa del divieto.

Il signor Biden ha anche fermato la costruzione del muro di confine del signor Trump con il Messico. L’ordine include una “risoluzione immediata” della dichiarazione di emergenza nazionale che ha permesso all’amministrazione Trump di reindirizzare miliardi di dollari al muro. Dice che l’amministrazione inizierà “una revisione ravvicinata” della legalità degli sforzi per dirottare i soldi federali per finanziare il muro.

Capo degli ordini esecutivi che iniziano ad affrontare la questione del cambiamento climatico, Biden ha firmato una lettera per rientrare negli Stati Uniti negli accordi sul clima di Parigi , a cui rientrerà ufficialmente tra 30 giorni. Nel 2019, Trump ha formalmente notificato alle Nazioni Unite che gli Stati Uniti si sarebbero ritirati dalla coalizione di quasi 200 paesi che lavoravano per allontanarsi dai combustibili fossili che riscaldano il pianeta come carbone, petrolio e gas naturale.

In ulteriori ordini esecutivi, Biden ha iniziato l’inversione di una serie di politiche ambientali dell’amministrazione Trump, inclusa la revoca dell’autorizzazione per il gasdotto Keystone XL; invertire il rollback alle norme sulle emissioni dei veicoli ; annullare le decisioni di ridurre drasticamente le dimensioni di diversi monumenti nazionali ; l’applicazione di una moratoria temporanea sui contratti di locazione di petrolio e gas naturale nell’Artico National Wildlife Refuge; e ristabilire un gruppo di lavoro sui costi sociali dei gas serra.

Il signor Biden metterà fine alla Commissione 1776 dell’amministrazione Trump, che lunedì ha pubblicato un rapporto che secondo gli storici ha distorto il ruolo della schiavitù negli Stati Uniti, tra le altre cose. Il signor Biden ha anche revocato l’ordine esecutivo del signor Trump che limitava la capacità di agenzie federali, appaltatori e altre istituzioni di tenere corsi di formazione sulla diversità e l’inclusione.

Il presidente ha designato Susan E. Rice, che è il capo del suo Consiglio per la politica interna, come leader di uno sforzo “robusto e interagenzia” che richiede a tutte le agenzie federali di mettere “lo sradicamento del razzismo sistemico” al centro del loro lavoro. Il suo ordine ordina alle agenzie di esaminare e riferire sull’equità nei loro ranghi entro 200 giorni, compreso un piano su come rimuovere le barriere alle opportunità nelle politiche e nei programmi. L’ordine si muove anche per garantire che gli americani di ogni provenienza abbiano uguale accesso alle risorse, ai benefici e ai servizi del governo federale. Avvia un gruppo di lavoro sui dati e lo studio di nuovi metodi per misurare e valutare gli sforzi federali di equità e diversità.

Un altro ordine esecutivo rafforza il titolo VII del Civil Rights Act del 1964 per richiedere che il governo federale non discrimini sulla base dell’orientamento sessuale o dell’identità di genere, una politica che inverte l’azione dell’amministrazione di Trump.

Il signor Biden si sta muovendo per estendere una moratoria federale sugli sfratti e ha chiesto alle agenzie, compresi i Dipartimenti dell’agricoltura, degli affari dei veterani e degli alloggi e dello sviluppo urbano, di prolungare una moratoria sui pignoramenti sui mutui garantiti a livello federale che è stata emanata in risposta alla pandemia di coronavirus. Le estensioni dureranno tutte almeno alla fine di marzo.

Il presidente si sta inoltre muovendo per continuare una pausa sugli interessi sui prestiti studenteschi federali e sui pagamenti del capitale fino alla fine di settembre, sebbene i gruppi progressisti e alcuni democratici del Congresso abbiano spinto il signor Biden ad andare molto oltre e cancellare fino a $ 50.000 di debito studentesco a persona.

Seguendo le orme di alcuni dei suoi predecessori, Biden ha stabilito regole etiche per coloro che prestano servizio nella sua amministrazione che mirano a “ripristinare e mantenere la fiducia nel governo”. Ha ordinato a tutti i suoi incaricati nel ramo esecutivo di firmare una promessa di etica.

Infine, il Sig. Biden ha emesso un congelamento su tutte le nuove normative messe in moto dal suo predecessore per dare alla sua amministrazione il tempo di valutare quali vuole andare avanti. Il memorandum mira a prevenire i cosiddetti regolamenti di mezzanotte, politiche promosse da un presidente zoppo non vincolato da considerazioni elettorali. Il ritmo veloce spesso riduce l’opportunità per il pubblico o l’industria di rivedere le politiche.

Il presidente Joe Biden firma i primi 17 ordini esecutivi e altre azioni / Stanislao Barretta

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate

COLLEGATE:

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy