Banner Gori
Campidoglio. Senato e Camera hanno certificato la vittoria di Biden
Cronaca Politica

Campidoglio. Senato e Camera hanno certificato la vittoria di Biden – VIDEO

Il Congresso USA, riunito a camere congiunte in Campidoglio, ha certificato, in mattinata l’elezione del presidente eletto J. R. Biden Jr.

Campidoglio. Senato e Camera hanno certificato la vittoria di Biden – VIDEO

Il Congresso ha certificato l’elezione del presidente eletto Joseph R. Biden Jr. giovedì all’inizio, poche ore dopo che i lealisti sollecitati dal presidente Trump hanno preso d’assalto e occupato il Campidoglio , interrompendo il conteggio elettorale finale in una scioccante dimostrazione di violenza che ha scosso il nucleo della democrazia americana.

Trump, che ha passato mesi ad alimentare la rabbia dei suoi sostenitori con false affermazioni secondo cui le elezioni erano state rubate e che si è rifiutato di condannare le violente proteste di ieri (mercoledì 6 gennaio 2021), ha detto, questa mattina, che ci sarebbe stata una transizione presidenziale ordinata.

“Anche se sono totalmente in disaccordo con il risultato delle elezioni, e i fatti mi confermano, tuttavia ci sarà una transizione ordinata il 20 gennaio”, ha detto in una nota.

La dichiarazione, che non gli è stato possibile diffondere tramite il suo account Twitter perché bloccato ma tramite un appoggio con Dan Scavino, è arrivata pochi istanti dopo che il vicepresidente Mike Pence ha affermato, poco prima delle 4 del mattino dopo che i voti elettorali finali erano stati conteggiati in un sessione congiunta del Congresso, che Biden era il vincitore delle elezioni presidenziali.

Non c’è nessun precedente nella storia americana moderna che possa mostrare insorti che agivano in nome del presidente uscente come hanno fatto i seguaci di Trump vandalizzando l’ufficio del presidente Nancy Pelosi, rompendo finestre, saccheggiando opere d’arte e prendendo brevemente il controllo della camera del Senato, dove si alternarono posando per fotografie con i pugni alzati sul palco dove Pence aveva appena presieduto.

Biden, parlando mentre le scene di distruzione nelle sale del Congresso lasciavano inorriditi i legislatori di entrambe le parti, ha incolpato Trump per aver fomentato l’insurrezione.

“Al loro meglio, le parole di un presidente possono ispirare. Nel peggiore dei casi, possono incitare “, ha detto Biden.

Gli alleati di tutto il mondo, abituati al caos che ha segnato il mandato di Trump, hanno faticato a trovare le parole per descrivere ciò a cui stavano assistendo.

“Queste foto mi hanno reso arrabbiato e triste”, ha detto il cancelliere tedesco Angela Merkel.

In Russia, al contrario, la violenza si inserisce perfettamente nella narrativa del Cremlino di una democrazia americana fatiscente. Il Cremlino non ha rilasciato alcun commento ufficiale, ma la televisione di stato ha offerto un’ampia copertura a tarda notte dell’attacco al Campidoglio, con il filmato della violenza impostato su musica drammatica e orchestrale.

Lo sconvolgimento si è svolto in un giorno in cui i democratici si sono assicurati due vittorie sbalorditive ai ballottaggi in Georgia , conquistando il controllo effettivo del Senato e quindi delle leve del potere a Washington.

L’assedio al Campidoglio è stato il culmine di una settimana di campagna di Trump, piena di affermazioni infondate di frode e bugie vere e proprie, per cercare di ribaltare un’elezione democraticamente decisa che ha perso.

Quando il Senato si è riunito di nuovo mercoledì in tarda serata, poche ore dopo che i legislatori erano stati evacuati da un Campidoglio invaso da una folla che trasportava armamentario pro-Trump, uno dei momenti più polarizzanti della nazione aveva prodotto una finestra di solidarietà inaspettata. Repubblicani e Democratici hanno deposto le armi per denunciare la violenza ed esprimere la loro determinazione a svolgere quella che hanno definito una funzione costituzionalmente sacrosanta.

“A coloro che hanno provocato il caos nel nostro Campidoglio oggi, non avete vinto”, ha detto Pence in una brusca interruzione dal signor Trump, che aveva pubblicato messaggi in cui condonavano le azioni della mafia . “La violenza non vince mai. La libertà vince. E questa è ancora la casa del popolo “.

Il senatore Mitch McConnell, repubblicano del Kentucky e leader della maggioranza, ha detto che la “fallita insurrezione” aveva solo chiarito lo scopo del Congresso.

“Hanno cercato di interrompere la nostra democrazia”, ​​ha detto. “Hanno fallito.”

Dopo che, questa mattina, il voto è stato certificato, Barry C. Black, il cappellano del Senato, ha detto una preghiera nella Camera dopo una giornata caotica in cui una donna è stata uccisa all’interno del Campidoglio.

“Queste tragedie ci hanno ricordato che le parole contano e che il potere della vita e della morte è nella lingua”, ha detto. “Deploriamo la profanazione del Campidoglio degli Stati Uniti, lo spargimento di sangue innocente, la perdita di vite umane e il pantano di disfunzioni che minacciano la nostra democrazia”.

Stanislao Barretta

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

Fonte — Nicholas FandosEmily Cochrane e Marc Santora / The New York Times

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Stanislao Barretta

Stanislao Barretta

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più