Golden retriever
Golden retriever

Golden Retriever: standard, caratteristiche, comportamento, mantenimento

Ultimo aggiornamento:

Il Golden retriever, come dice il suo nome, è un cane da riporto di taglia media a pelo lungo e idrorepellente, di origine scozzese (tradotto in italiano come “cane da riporto dorato”, dato il colore del suo manto, o anche come “ottimo cane da riporto”).

Il Golden retriever ha le sue radici in Scozia. I primi retriever furono incrociati con i migliori individui del Water Spaniel, dando origine al cane che conosciamo oggi

Lo standard Standard ENCI/FCI di razza evidenzia:
FCI Standard N°111 / 28.10.2009.
GOLDEN RETRIEVER
ORIGINE. Gran Bretagna
DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 28.07.2009
UTILIZZAZIONE: Cane da caccia
CLASSIFICAZIONE F.C.I Gruppo 8 Cani da riporto, cani da cerca e cani da acqua
Sezione 1 Cani da riporto
Con prova di lavoro

ASPETTO GENERALE
Armonioso, bilanciato, attivo, potente, muove con linea superiore a livello, robusto con gentile espressione.

COMPORTAMENTO-CARATTERE
Obbediente, intelligente e con innata disponibilità al lavoro; gentile, amichevole e fiducioso.

TESTA, REGIONE DEL CRANIO
Cranio largo senza essere grossolano; buono l’attacco del collo. Stop ben definito

REGIONE DEL MUSO
Tartufo preferibilmente nero
Muso possente, largo e alto: Lunghezza del muso più o meno pari a quella fra lo stop e l’occipite.
Mascelle/Denti mascelle forti, con una perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, cioè coi denti superiori che si sovrappongono a stretto contatto agli inferiori e sono impiantati perpendicolarmente alle mascelle
Occhi marrone scuro, ben distanziati – rime palpebrali scure
Orecchie di medie dimensioni, inseriti pressappoco al livello degli occhi.

COLLO: di buona lunghezza, pulito e muscoloso

CORPO bilanciato
Dorso linea superiore orizzontale
Lombi forti, muscolosi e corti
Torace alto per dare spazio al cuore. Costole profonde e ben cerchiate
CODA: inserita e portata al livello del dorso, arriva ai garretti; non è arrotolata all’estremità

ARTI

ANTERIORI
Aspetto generale diritti con buona ossatura
Spalle ben oblique, con scapole lunghe.
Braccio di uguale lunghezza della scapola, posiziona bene gli anteriori sotto il corpo.
Gomiti aderenti
Piedi anteriori: rotondi e da gatto

POSTERIORI
Aspetto generale forti e muscolosi
Ginocchia ben angolate
Gamba buona
Garretti ben discesi, diritti se visti da dietro, non deviati in dentro né in fuori. I garretti vaccini sono altamente indesiderabili.
Piedi posteriori: rotondi e da gatto

ANDATURA potente, con buona spinta. Movimento parallelo e corretto visto di fronte e dietro. Passo lungo e libero senza alcun segno di passo “steppante” dell’anteriore.

MANTELLO
PELO piatto o ondulato, con belle frange. Fitto sottopelo impermeabile
COLORE qualsiasi tonalità del dorato o crema, non rosso né mogano. Ammesso qualche pelo bianco esclusivamente sul petto

TAGLIA
Altezza al garrese:
Maschi 56 – 61 cm
Femmine 51 – 56 cm

DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato come difetto e la severità con cui va penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità e agli effetti sulla salute e benessere del cane, e sulla capacità di svolgere il suo tradizionale lavoro.

DIFETTI DA SQUALIFICA
 Cane aggressivo o eccessivamente timido
 Qualsiasi cane che manifesti in modo evidente delle anomalie d’ordine fisico o comportamentale, sarà squalificato

N.B.:
• I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.
• Solamente cani funzionali e clinicamente sani, con la conformazione tipica della razza devono essere usati per la riproduzione.

LE 5 CARATTERISTICHE MIGLIORI:
Carattere e temperamento
Affettuosità verso la famiglia
Amichevole con i bambini
Rapporto con gli sconosciuti
Socialità con altri cani

LE 5 CARATTERISTICHE PIÙ PROBLEMATICHE:
Tolleranza a stare da solo
Salute e malattie
Bisogno di esercizio
Adattabilità alla vita in appartamento
Facilità di pulizia

PREZZI E MANTENIMENTO
Il prezzo di un cucciolo di razza Golden Retriever, testato e dotato di pedigree si attesta tra i 1.200 e 2.500 euro. Si consiglia di acquistare un cucciolo solo presso seri allevatori di comprovata esperienza che testino i loro riproduttori per le displasie e per le patologie oculari e per tutte le malattie che potrebbero affliggere la razza.

ASSOLUTAMENTE da evitare, come già detto sin dall’inizio di questa serie dedicata agli animali da compagnia e/o da difesa, acquisti via internet.

Ma non facciamo l’errore di credere che fatta la prima spesa per l’acquisto poi tutto è semplice e poco o niente oneroso perché vivere bene con il proprio animale non è mai cosa da costi nulli, ed i costi variano anche di molto a seconda delle diverse fasi della vita del cane che, a larghe fasce, si possono suddividere in cane cucciolo, adulto, anziano.
Il mantenimento di un Golden si attesta nella media poiché non ha necessità di un professionista per la toelettatura.
Partiamo dall’inizio e quindi da un cucciolo di Beagle e annotiamo subito che le spese, in questa fase, sono maggiori rispetto a quando sarà adulto perché necessita di un più alto numero di visite dal veterinario.
Poi c’è la guinzaglieria che si deve adattare alla sua continua crescita.
La pappa per i cuccioli è mediamente più costosa. Inoltre, di solito in questa fase della vita si acquistano anche le cucce per interni ed esterni, il trasportino e gli altri accessori necessari come ciotole, materiale per la pulizia, ecc.
In più in questa età spesso si iniziano i corsi di educazione di base che sarebbero necessarie visto il suo istinto di cacciatore, e quindi di agire per proprio conto.

Quando finalmente sarà adulto, le spese diminuiranno e si stabilizzeranno
Raggiunta l’età adulta, solitamente dal veterinario ci si va solo per le vaccinazioni e le visite regolari, salvo incidenti o problemi particolari.
Rimangono i costi periodici per gli antiparassitari.
• La pappa di mantenimento per cani adulti mediamente costa meno.
• Il cane smette di distruggere giochi e oggetti, oppure ne distrugge molti meno, quindi questi hanno una durata più lunga.
• Una volta raggiunte le dimensioni dell’adulto, la guinzaglieria ed i vari accessori si cambiano solo per usura.

Ma poi gli anni passeranno, diventerà anziano, e le spese aumenteranno di nuovo
Quando gli anni sulle spalle cominciano a diventare tanti, è di nuovo necessario sottoporre il cane a più visite dal veterinario.
Prendersi cura della sua alimentazione può diventare più costoso per andare incontro alle nuove esigenze metaboliche dell’anziano. Inoltre possono essere necessari medicinali ed integratori da prendere regolarmente.
In generale, le spese veterinarie sono sicuramente quelle che possono incidere di più sul bilancio. Basta un imprevisto, un incidente o un’urgenza per avere un’importante spesa extra.
Come si può vedere ci sono davvero un sacco di variabili e non si possono dare a priori indicazioni precise sulle spese complessive.
La spesa per del cibo di qualità per un Golden Retriever adulto è di circa 60 euro al mese.
Diciamo però che per un cane adulto tenuto bene e senza nessun tipo di imprevisto, le spese possono aggirarsi, in generale, sugli 800 euro all’anno.

RAZZE SIMILI
Basset Hound, Beagle, Setter Inglese, Segugio Italiano, Dalmata

Beagle: standard, caratteristiche, comportamento, mantenimento / Cristina Adriana Botis / Redazione

Ascolta la WebRadio