23.6 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Giugno 25, 2022

Palermo – Juve Stabia (3-1). Le pagelle dei gialloblè

Da leggere

Palermo – Juve Stabia è finita con una sconfitta netta delle Vespe. Punteggio pesante che dimostra ancora una volta l’inconsistenza della Juve Stabia fuori casa con solo 2 punti conquistati nelle ultime 9 trasferte.

Partono bene le Vespe che subiscono il primo gol al 7° minuto. Dopo circa 10 minuti la Juve Stabia esce progressivamente dal campo e subisce il secondo gol che di fatto chiude la contesa.

In superiorità numerica per ben 60 minuti, a causa dell’espulsione di Giron, le Vespe non riescono a creare pericoli dalle parti di Pelagotti, anzi subiscono la terza rete e solo in pieno recupero segnano il gol della bandiera per un “generoso” rigore concesso dall’arbitro per l’atterramento di Eusepi.

Palermo – Juve Stabia finisce con il risultato di 3 a 1 ed è la giusta conseguenza di un atteggiamento confusionario, distratto e remissivo delle Vespe.

La Juve Stabia esce nuovamente dalla zona play off dopo averla conquistata due settimane fa al termine della gara con il Foggia.

Questi sono i voti ai calciatori in gialloblè al termine di Palermo – Juve Stabia:

Dini 5,5: In quelle poche volte che viene chiamato in causa ci mette sempre del suo nel chiudere la sua porta, sui gol poco o nulla da fare tranne forse sul vantaggio rosanero sul suo palo.

Donati 4,5 : Si fa saltare e superare nell’occasione del primo gol, sbaglia un bel po’ di interventi e si regala una amara serata.

Troest 5 : Cerca di arginare al meglio le offensive mettendoci mestiere e fisico, ma un centrocampo che non fa filtro lo mette in difficoltà’.

Caldore 5: Al pari del compagno di reparto si vede arrivare avversari dappertutto, in difficoltà in alcune chiusure becca anche il giallo.

Dell’Orfanello 5: Anche per lui questa sera non è giornata, riesce all’inizio di Palermo – Juve Stabia a rispondere presente, ma con il passare del tempo svanisce. Importante rimane il suo intervento in chiusura che evita il poker rosanero.

Scaccabarozzi 5: Un centrocampo molto sfilacciato nel quale si ritrova a giocare senza nessun punto di riferimento e sempre secondo su tanti palloni, tanta corsa e grinta ma questa volta a vuoto.

Altobelli 5: Nervosa e senza lucidità la sua prestazione in mezzo al campo non riuscendo quasi mai a contrastare l’avversario e dare ordine, con il risultato di beccare il giallo.

Bentivegna 5: Inizia bene questo Palermo – Juve Stabia con l’aria di casa che lo carica, ha anche una buona chance che manda alle ortiche e un’altra che andava gestita meglio, poi chi l’ha visto.

Stoppa 5: Si sveglia tardi ma quando lo fa intimorisce gli avversari, li salta e li fa ammonire, cerca anche di mettere qualche buon cross al centro, ma poca roba contro un avversario che lo aspettava al varco.

Ceccarelli 5: Anonima prestazione dell’ex Catania, non incide mai in maniera convincente sulla sua fascia di competenza, regala il classico compitino che alla lunga lo rende del tutto evanescente.

Eusepi 5,5: Questa volta neanche il suo lavoro sporco e oscuro si nota, gli arrivano ancor più meno palloni delle altre volte e spesso lo si è visto lottare contro i classici mulini a vento, comunque conquista il rigore del gol della bandiera.

Davi’ ( dal 46’) 5: Non riesce a dare la marcia giusta al centrocampo, un po’ di verve in più di sicuro si è vista come la voglia di rimettere le cose apposto, ma serviva di più.

Della Pietra (dal 62’) 5: La corsa e la voglia di fare il ragazzo la mette sempre in campo e al servizio della squadra, ma di certo questo Palermo – Juve Stabia non era la partita giusta anche se di testa va vicino al gol.

Evacuo ( dal 63’) 6: Ha il merito del gol, e visto l’andamento di questo Palermo – Juve Stabia è tanta roba, come pure nonostante l’età, la corsa e la voglia di rendersi pericoloso.

Guarracino (dal 64’) 5: Cerca anche lui di dare il giusto contributo, ma non è facile a partita compromessa e in una serata dove i giocatori più esperti avrebbero dovuto fargli vedere tutt’altro.

Schiavi ( dal 68’) 5: In un modulo più adatto alle sue performance lo si vede molto più a suo agio, nello spazio largo e con rifermenti centrali è tutto un altro giocatore, speriamo nelle prossime gare.

Mr. Stefano Sottili 4: Questo Palermo – Juve Stabia è stata una gara preparata e gestita male, ormai è chiaro come perseguire ostinatamente la strada del 4-2-3-1 contro chiunque non porta risultati utili in esterna, un vero e proprio tallone d’Achille per questa squadra che perde tantissimo in mezzo al campo ed è sempre in balia degli avversari.

Anche durante questo Palermo – Juve Stabia non è stato reattivo al punto di fare in maniera subitanea un cambio di modulo e di uomini appena l’avversario è rimasto in inferiorità numerica, dando la possibilità allo stesso di fare la prima mossa e di sistemarsi.

Ma al di là di questo c’è da riflettere seriamente sulla possibilità di sfruttare diversamente le qualità che questa squadra ha e che dimostra però in maniera pericolosamente altalenante.

A cura di Giovanni Donnarumma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy