Juve Stabia – Virtus Francavilla (2-0): I voti dei gialloblè

La Juve Stabia torna al Menti dopo il ritorno alla vittoria di sette giorni fa al Partenio contro il Giugliano, e lo fa affrontando la Virtus Francavilla meritandosi voti più che sufficienti in tutti i reparti.

Le Vespe adottano qualche scelta diversa a centrocampo rispetto alla precedente domenica ma mantenendo l’assetto di un imprescindibile 4-3-3 e bissando così una vittoria più che meritata per quello che si è visto in campo.

Juve Stabia – Virtus Francavilla questi sono i voti che la nostra redazione ha assegnato ai calciatori di casa:

Barosi 6: Poche le conclusioni verso la sua porta, nelle quali sfodera la sua ormai conosciuta bravura, lavora un po’ in più nella ripresa.

Maggioni 6: Prestazione sicura e in crescendo per il giovane difensore, si arrangia come può su Tchetchoua ma rimedia il giallo che lo rende indisponibile per la prossima.

Cinaglia 6,5: Controlla a dovere Patierno e compagni , tiene alta e bene la difesa e rischia poco. Perfetto

Caldore 6,5: Al pari del compagno rende solido il reparto difensivo e non regala spazio agli avversari.

Mignanelli 7: Esperienza, agonismo e tanta corsa al servizio della squadra, presente in tutte le azioni pericolose. Suo l’assist sul secondo gol di D’Agostino.

Scaccabarozzi 6: Si da fare in un centrocampo di chiara marca gialloblù, non è stato bellissimo da vedere ma efficace.

Berardocco 6,5: Gara di equilibrio tattico del centrocampista gialloblù, non sempre lucidissimo ma utile alla causa.

Carbone 6: Non è partito in sintonia con il resto dei compagni a centrocampo, ha recuperato nel corso della gara.

D’Agostino 7,5: Doppietta d’autore per l’esterno scuola Napoli, imprendibile per i difensori pugliesi, belli entrambi i gol, di tacco il primo e tecnicamente importante, il secondo con lo stop a seguire e bordata in fondo alla rete.

Santos 6,5: Una bella gara della punta Venezuelana, ricca di spunti interessanti e belle giocate.

Pandolfi 6,5: Gli è mancato solo il gol , tante occasioni create in autonomia e dai compagni ma nessuna rete. Rimane una prestazione in crescendo importante per la categoria.

Peluso (dal 5 s.t.) 6: Si prende la fascia destra in un secondo tempo dove è stata forte e intensa la pressione avversaria, ma se la cava.

Gerbo ( dal 5 s.t.) 6: È sembrato in miglioramento dal punto di vista di approccio e movimento in campo.

Zigoni ( dal 27 s.t.) 5,5: Pochi i palloni li in avanti nel secondo tempo, ha cercato di allungare la squadra e giocare alto ma con alterne fortune.

Maselli ( dal 27 s.t.) 5,5: Eredita un centrocampo nel quale gli avversari hanno premuto fino alla fine, ne esce bene portando un buon contributo.

Dell’Orfanello ( dal 34 s.t.) s.v.

Mr. Leonardo Colucci 6,5: Scelte più che indovinate facendo ancora affidamento su D’Agostino che lo ripaga con una doppietta d’autore, ma più in generale ottiene delle ottime risposte un po’ da tutti.

Insomma l’applicazione e il lavoro settimanale pian piano sta dando i suoi frutti, lui predica calma e mantiene sempre alta la concentrazione e di riflesso la sua squadra lo segue sempre di più.

Tutti segnali positivi sui quali lavorare ancor più con intensità e convenzione sapendo che ha dalla sua la piena stima di tutta la rosa e di aver imboccato la giusta strada.

A cura di Giovanni Donnarumma

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Mondiale calcio 2022; analisi Marocco-Spagna

Mondiale calcio 2022 il sogno del Marocco prosegue grazie alla vittoria ai calci di rigore contro la Spagna che fallisce nuovamente