28.3 C
Castellammare di Stabia

Accursio Bentivegna, l’attaccante senza attacco. Controluce

LEGGI ANCHE

Accursio Bentivegna, ala sinistra di piede destro, ha esordito in Serie A, con il Palermo di Beppe Iachini, a soli diciotto anni.

A febbraio dello stesso anno vinse il titolo di capocannoniere del Torneo di Viareggio con 5 goal.

Il calciatore rappresenta uno dei prodotti più interessanti del vivaio rosanero.

La sua carriera

Accursio Bentivegna è un attaccante esterno, che si adatta ad ogni modulo tattico, le sue origini calcistiche derivano da lontano per età e per luogo.

A Sciacca ha frequentato la Kronio, una delle migliori scuole di calcio, dove suo padre Vincenzo, lo iscrisse nel 2006.

Il numero 10 delle vespe ha un curriculum di tutto rispetto alle spalle pur essendo ancora giovanissimo e avendo solo 26 anni.

Come abbiamo già sottolineato nel 2014 debutta in Serie A con il Palermo contro la Sampdoria il 31 agosto 2014, partita finita 1-1, subentrando a Franco Vázquez.

Nel febbraio 2015 si laurea capocannoniere del Torneo di Viareggio insieme a Federico Bonazzoli.

Dopo il torneo entra in pianta stabile in prima squadra.

Chiude la stagione totalizzando 3 presenze in prima squadra, più 11 goal in 19 partite nel Campionato Primavera.

Il 31 agosto 2015 si trasferisce a Como in prestito.

Nel gennaio 2016 ritorna a Palermo con cui termina il campionato con una sola presenza in serie A.

L’anno successivo è di nuovo nelle file dei rosanero fino a gennaio totalizzando tre presenze in campo.

Nel gennaio del 2017 passa in prestito all’Ascoli, scendendo di categoria in serie B.

Nell’estate 2017 va alla Carrarese in prestito annuale, per poi acquistarlo a titolo definitivo dalla compagine palermitana, con 64 presenze e 7 reti siglate.

La carriera con le Vespe di Accursio Bentivegna

Legato alla Juve Stabia da un contratto triennale, va a costituire un rinforzo importante per il reparto offensivo della Juve Stabia.

Bentivegna è un attaccante da cui il pubblico stabiese si aspettava movimento ed ingegno, per quella sottile fantasia che lo ha contraddistinto anche la scorsa stagione.

Il modulo tattico da lui preferito sono proprio il 3-4-3 o il 4-3-3, in quanto  il suo ruolo è quello di esterno offensivo esprimendo al meglio le sue caratteristiche tecniche.

Nella sua carriera ha totalizzato 158 presenze, 18 goal di cui 9 nella stagione 2021-2022 proprio con la stessa Juve Stabia. 

A livello mentale il gol realizzato contro il Monterosi, lo scorso anno, lo aiutò molto mentalmente e fisicamente.

In questo campionato ha realizzato 12 presenze su 20, (compresa la Coppa Italia) di cui 7 da titolare, 5 da subentrato.

E’ stato sostituito 6 volte con una sola ammonizione.

Le sue caratteristiche

La sua attitudine è quella di saltare l’uomo e attaccare la profondità mentre il suo ruolo naturale è quello di esterno sinistro.

Non è un giocatore che segna tanto ma ama confezionare assist.

Ovviamente può e deve perfezionarsi in fase realizzativa perché i gol, soprattutto per gli attaccanti, sono importanti anche a livello mentale.

I tifosi della Curva Sud lo hanno sempre sostenuto facendogli sentire il loro calore e la loro passione sia nei momenti più belli che nei momenti un pò più complicati.

Dell’esordio in serie A dichiarò: “Un’emozione unica, il sogno di una vita. Mi tremavano le gambe al sol pensiero di entrare in campo e vedere tutta quella gente che mi guardava dagli spalti!”

E allora, caro Accursio, i sogni sono di chi non smette mai di crederci e noi crediamo che tu possa e debba far ancora sognare la Curva ed i tifosi che ti apprezzano tanto.

La nostra redazione ti augura notti stellate come gli assist che ci aspettiamo da te.

La luce del cielo stabiese sa illuminare chi merita,  per tornare a brillare senza ombre.


Juve Stabia TV


Cuginette stuprate a Caivano: condannati tre dei 7 minorenni coinvolti, pene di 10 e 9 anni

Il Tribunale di Napoli ha condannato tre minorenni per abusi su due cuginette. Pene severe tra 9 e 10 anni.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare