27.4 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

venerdì, Maggio 27, 2022

Risultati presidenziali 2022: Macron rieletto per un secondo mandato

Da leggere

Risultati presidenziali 2022. Con circa il 58% dei voti secondo le prime stime, il capo di Stato uscente precede il suo avversario RN Marine Le Pen, che otterrebbe circa il 42%.

Inedito. Per la prima volta nella storia della Quinta Repubblica, un presidente uscente riuscì a farsi rieleggere fuori dalla convivenza . Con circa il 58% dei voti secondo le stime fornite dall’Ifop, Emmanuel Macron ha vinto il secondo turno delle elezioni presidenziali del 2022 , contro il suo avversario RN Marine Le Pen , che otterrebbe circa il 42% dei voti.

Dopo aver seguito i risultati  dell’Eliseo, il capo dello Stato si è spostato al Champ-de-Mars (7° arrondissement), dove è atteso da alcune migliaia di sostenitori.

Marine Le Pen ha chiamato il suo avversario per congratularsi con lui,  quindi ha parlato dal Pavillon d’Armenonville (16° arrondissement).

AFFLUENZA

Un’affluenza storicamente bassa, vicina al record di astensioni del 1969

Il punteggio di questo match di ritorno tra i due finalisti è più serrato rispetto al 2017, dove si erano già trovati faccia a faccia.

All’epoca, il leader di En Marche! era stato approvato dal 66,10% degli elettori che si sono recati alle urne, contro il 33,90% del candidato al Fronte Nazionale. Tuttavia, il ballottaggio è stato caratterizzato da un’elevata astensione, misurata al 25,44%.

Anche quest’anno la partecipazione è a un livello storicamente basso e potrebbe avvicinarsi al record di disinteresse del 1969.

Emmanuel Macron è il primo presidente uscente rieletto fuori dalla convivenza, il Capo dello Stato apre una pagina inedita della Quinta Repubblica e continua a scrivere la sua storia.

Scrive Le Figarò

Eletto per furto con scasso, rieletto per dimissioni, l’uomo che voleva fare lo scrittore continua a scrivere il suo romanzo personale.

È ancorato alla storia.

Mai prima di lui un presidente uscente era riuscito a farsi rieleggere al di fuori della convivenza.

Mai prima di lui l’estrema destra aveva raggiunto un tale livello nel paese.

Mai prima di lui i tradizionali partiti di governo erano stati così indeboliti.

Emmanuel Macron, presidente paradossale. Odiato e ammirato. Respinto e acclamato. Rafforzato e indebolito.

Come l’ultima espressione del “allo stesso tempo” che ha rivendicato da quando è entrato in politica.

Ora di nuovo solo sul palco per scrivere il terzo volume della sua storia.

Il primo raccontava la storia di un giovane consigliere del re che, colto dall’impotenza del suo padrone, decise di prendere il potere ed esercitarlo al suo posto. Costruito sulle rovine di un paesaggio politico devastato, il secondo volume narra un regno di suoni e furia.

Stanislao Barretta  / Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy