Sorrento-Ilvamaddalena 1 a 0: La Monica riporta i costieri in vetta

LEGGI ANCHE

La settima rete stagionale del centrocampista rossonero basta a far ritrovare vittoria e primo posto ai suoi.

Il Sorrento è vivo e vegeto, e lancia un segnale all’intero campionato: noi ci siamo! I rossoneri scacciano con una vittoria i fantasmi delle ultime settimane, battendo 1 a 0 l’Ilvamaddalena tra le mura amiche dello stadio Italia. Il gol nel primo tempo del pilastro La Monica, che conferma il suo secondo posto tra i migliori marcatori dei costieri, ha assicurato un successo di misura che pesa come un macigno sul bilancio del girone G.

Agganciando la Paganese a quota 44 punti, il Sorrento è riuscito a riportarsi in vetta nonostante le occasioni perse nelle scorse giornate, quando anche gli azzurrostellati hanno tirato il freno a mano. Ora starà a mister Maiuri riuscire a capitalizzare il ritrovato entusiasmo in vista dell’imminente sprint finale.

SORRENTO vs ILVAMADDALENA: la cronaca

1° TEMPO

Sorrento e Ilvamaddalena si affrontano nella sfida della ventitreesima giornata. I padroni di casa sanno di dover vincere a tutti i costi, dopo tre partite senza successi e senza nemmeno un gol segnato. I sardi dal canto loro non vincono da sei giornate, e hanno bisogno di punti per uscire fuori dalla zona play-out.

Maiuri fa i conti con le assenze: Herrera e Cuccurullo sono fuori per infortunio, Badje è invece squalificato dopo il rosso rimediato a Tivoli. Fa così il suo esordio da titolare in maglia rossonera a centrocampo Maresca, mentre Gaetani ritrova un posto nel tridente offensivo.

Al 4’ è la squadra ospite a farsi notare con l’avanzata di capitan Ansini, che per poco non serve un gustoso assist sulla testa di Altolaguirre, sfuggito alla marcatura costiera. Pian piano il Sorrento riesce a venir fuori, giocando soprattutto sulla catena di sinistra con il duo PetitoFrancesco Todisco. Il match è però molto spezzettato. L’Ilvamaddalena punta sin da subito a giocare col cronometro, oltre che con i nervi degli avversari.

I biancoazzurri sono aggressivi e riescono a ritagliarsi ancora spazio al 16’ con N’Dongala, che resiste al contrasto di Cacace e si libera per calciare, mancando però totalmente lo specchio. La squadra rossonera con pazienza ritorna poi padrona del campo. L’occasione da rete latita, al 18’ Gaetani insacca ma in fuorigioco. Al 25’ l’arbitro estrae il primo cartellino giallo della partita, ai danni di Escobar. Sulla punizione, battuta magistralmente da Maresca verso l’angolino basso alla sinistra di Mejri, arriva la rete del vantaggio sorrentino. La sfera becca il palo, ma La Monica è veloce a ribattere oltre la linea di porta. Al 27’ è 1 a 0 Sorrento.

La Monica si illumina, al 32’ il suo velo lascia partire Simonetti, troppo lento nell’avventarsi sul pallone che termina tra le braccia del portiere ospite. La squadra di Gardini tenta la reazione affidandosi ancora a N’Dongala. Al 40’ il franco congolese salta come birilli due avversari e crossa verso Ansini, il capitano colpisce in rovesciata ma manda altissimo. Il primo tempo termina con il team di mister Maiuri in gestione e avanti di una sola lunghezza.

2° TEMPO

Nella seconda frazione il Sorrento è chiamato a dare subito il colpo di grazia ai maddalenini. Bella azione al 51’, con il tacco di Simonetti per Carotenuto che serve poi La Monica, il cui tiro viene però deviato. Petito si avventa sulla sfera, ma Mejri è bravo a chiudere lo specchio. Risponde nell’altra metà campo Ansini con una conclusione che si spegne di poco a lato del palo.

Del Sorbo non è stato ancora messo a dura prova, ma si fa trovare pronto. Al 54’ il portiere rossonero interviene di testa in uscita, per poi deviare in angolo il pallonetto di Ansini, che prova a beffarlo da fuori area mentre rientra nella propria porta. Sul conseguente corner è ancora il classe 2004 ad essere protagonista: prima smanaccia, poi dice di no al tiro di Contucci. Dopo dieci minuti è invece Altolaguirre a impensierirlo con un’altra conclusione improvvisa da molto lontano, ma l’estremo difensore è ancora attento. Di nuovo il numero 9 manda alto calciando in girata al 75’.

Il Sorrento esce indenne dall’arrembaggio avversario, che si spegne man mano. L’Ilva sembra non averne più, ma i rossoneri non ne approfittano. Dopo l’intuizione del neo entrato Erradi, che prova a prendere alla sprovvista Mejri calciando da centrocampo la sfera che finisce alta sulla traversa, i costieri commettono diversi errori in contropiede e mantengono ancora in partita i sardi.

Durante i minuti di recupero sono però i padroni di casa a sfiorare il raddoppio, senza successo. Alla fine è il desiderio di rivalsa del Sorrento a prevalere, con una vittoria di misura che riapre per l’ennesima volta il discorso promozione nel girone G.

TABELLINO

SORRENTO VS ILVAMADDALENA 1-0 

Marcatori: 27’ La Monica

SORRENTO (4-3-3): Del Sorbo; Todisco G., Cacace, Fusco, Todisco F.; La Monica, Maresca (75’ Erradi), Carotenuto; Petito (90’+2 Bisceglia), Simonetti (78’ Gargiulo), Gaetani (63’ Scala). A disposizione: Cervellera, Chiricallo, Tufano, Potenza, Selvaggio. Allenatore: Maiuri

ILVAMADDALENA (4-3-3): Mejri; Roszak, Contucci, Di Pietro, Gentile (71’ Ferlicca); Lobrano (78’ Sidoti), Escobar (59’ Chiappetta), Mastromarino (68’ Bazile); Ansini, Altolaguirre, N’Dongala (88’ Galvanio). A disposizione: Sordini, Lena, Sidoti, Cavaiola. Allenatore: Gardini

Arbitro: Silvio Torreggiani di Civitavecchia

Assistenti: Fabio Cantatore e Mauro Antonio De Palma di Molfetta

Ammoniti: La Monica, Erradi (S); Escobar, Lobrano (I)

Angoli: 5-3

Recupero: 2’ pt e 4’ st


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Napoli, Rafa Marin è il primo colpo dell’era Conte-Manna

Rafa Marin sarà un nuovo giocatore del Napoli. È questo il primo acquisto dell’era Manna-Conte. Il giocatore, di proprietà del Real Madrid, si trasferirà...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare