Soledar distrutta: la Città sarebbe caduta nelle mani dei combattenti Wagner

LEGGI ANCHE

“I filmati geolocalizzati pubblicati l’11 e il 12 gennaio da ISW indicano che le forze russe probabilmente controllano la maggior parte, se non tutta, Soledar” e hanno probabilmente spinto le forze ucraine fuori dalla periferia occidentale dell’insediamento”.

Soledar distrutta: la Città sarebbe caduta nelle mani dei combattenti Wagner

Secondo fonti dell’ANSA https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2023/01/13/ucraina-filorussi-abbiamo-quasi-il-pieno-controllo-di-soledar_8452ace7-ebda-481f-b5c4-17148c93f0c5.html, la città ucraina di Soledar è attualmente al centro di un conflitto in corso tra le forze armate ucraine e quelle russe.

La città, sempre rapportandosi ai filmati di ISW, sarebbe stata presa dai combattenti Wagner delle forze russe e sarebbe stata distrutta a causa delle intense battaglie in corso.
Inoltre, spiega l’Isw, i blogger militari russi “hanno pubblicato il 12 gennaio filmati di combattenti del Gruppo Wagner che camminano liberamente a Soledar e hanno affermato di aver visitato l’insediamento insieme alle forze russe”.

Il comando strategico militare ucraino ha inviato forze e mezzi per cercare di recuperare la città, ma finora non ci sono state notizie di successo.

Il capo di un gruppo russo di mercenari dei combattenti Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha dichiarato che i combattimenti sono estremamente violenti e sanguinosi.

Il Ministro della Difesa ucraino: “Siamo de facto membri della Nato”

Nel frattempo, come riporta Fanpage https://www.fanpage.it/esteri/ucraina-soledar-distrutta-citta-caduta-in-mani-russe-combattenti-wagner-camminano-liberamente/, in un’intervista alla Bbc, il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov ha spiegato che i Paesi occidentali, un tempo preoccupati che l’assistenza militare potesse essere vista dalla Russia come un’escalation, hanno cambiato il loro approccio per quanto riguarda il sostegno a Kiev e sono disposti ormai a fornire sistemi d’arma avanzati e già in dotazione alle forze armate occidentali.

L’Ucraina riceverà le armi a lungo cercate – ha affermato Reznikov  – inclusi carri armati e aerei da combattimento, poiché sia ​​l’Ucraina che la Russia sembrano prepararsi a nuove offensive in primavera. “L’Ucraina come Paese e le forze armate dell’Ucraina – ha detto – sono diventate membri della Nato. De facto, non de jure. Perché abbiamo armi e la capacità di usarle”. Da anni Kiev ambisce a diventare un membro dell’Alleanza Atlantica.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Minorenne in Coma Etilico a Napoli: Salvato dal 118 nel Centro Storico

Un ragazzo di 16 anni è stato salvato dal 118 dopo essere stato trovato in coma etilico nel centro storico di Napoli.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare