Sequestrati oltre 250 articoli non sicuri ad un negozio gestito da soggetti di etnia cinese

La GdF di Palermo ha sequestrato 169 articoli per la casa, 37 prodotti di elettronica e 51 giocattoli, sprovvisti del marchio CE e non riportanti alcuna indicazione

LEGGI ANCHE

I Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo, nell’ambito dall’intensificazione del controllo economico del territorio disposta dal Comando Provinciale in materia di sicurezza dei prodotti, hanno sequestrato oltre 250 articoli, presso un esercizio commerciale gestito da soggetti di etnia cinese.

In particolare, i “Baschi Verdi”, nel corso del controllo effettuato presso un negozio di articoli casalinghi sito nel quartiere Malaspina a Palermo, hanno rinvenuto 169 articoli per la casa, 37 prodotti di elettronica e 51 giocattoli esposti alla vendita sprovvisti del marchio CE, non riportanti alcuna indicazione in lingua italiana né ulteriori indicazioni (produttore, importatore, luogo d’origine e particolari istruzioni e precauzioni per l’utilizzo).

Pertanto i prodotti sono stati sequestrati in violazione delle norme previste dal Codice del Consumo (D. Lgs. 206/2005) e dalla normativa di settore in riferimento al materiale elettrico (D. Lgs. 86/2016) ed ai giocattoli (D. Lgs. 54/2011). Sono state altresì verbalizzate condotte punite con sanzioni amministrative pecuniarie per complessivi 5.882,00 euro.

Il legale rappresentante della società è stato segnalato alla locale Camera di Commercio.

NOAT

Continuano, incessanti, i controlli delle Fiamme Gialle in tutta la provincia palermitana al fine di contrastare ogni forma di illegalità economica, a tutela dei consumatori e degli esercizi commerciali che operano nel rispetto delle norme.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Juve Stabia premiata a Palazzo Farnese per la promozione in B

Juve Stabia ricevuta e premiata nell'aula consiliare di Palazzo Farnese per la storica riconquista della Serie B
Pubblicita

Ti potrebbe interessare