31.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

giovedì, Giugno 30, 2022

Polizia: arresti e denunce per lesioni e minacce nel napoletano

Da leggere

Diversi interventi tra Napoli e Pozzuoli da parte degli agenti di Polizia, per sedare episodi di violenza a danno di terzi e beni pubblici.

Polizia: arresti e denunce per lesioni e minacce nel napoletano

Napoli- Nel pomeriggio di ieri, gli agenti di Polizia sono intervenuti al pronto soccorso dell’Ospedale Vecchio Pellegrini per la segnalazione di una persona che stava minacciando un infermiere.

L’intervento si inscrive nell’ambito delle operazioni di controllo che si svolgono regolarmente sul territorio. Gli agenti, i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono intervenuti su disposizione della Centrale Operativa.

Arrivati sul posto, hanno trovato un uomo che stava continuando a dare in escandescenze poiché, a suo dire, i tempi di attesa al triage erano troppo lunghi ed ha continuato ad inveire contro i sanitari scaraventando una panca contro il personale addetto alla sicurezza.

L’uomo G.P., 32enne napoletano con precedenti di polizia, è stato dunque denunciato per minacce e danneggiamento di beni della Pubblica Amministrazione.

Di questa mattina l’episodio registratosi a Porta Capuana, dove è stato richiesto l’intervento degli
agenti del Commissariato di Vicaria-Mercato.

Gli agenti, nel transitare in via Carbonara hanno notato un uomo che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi velocemente per eludere il controllo.
Riusciti a raggiungerlo e bloccarlo, gli agenti hanno accertato che l’uomo era sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di Nocera Superiore.
Massimo Ingino, 32enne avellinese, è stato arrestato per violazione degli obblighi inerenti la misura cui è sottoposto.

Altro episodio di violenza si è registrato martedì sera a Pozzuoli.

Gli agenti, sempre in servizio per operazioni di controllo sul territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Ragnisco per la segnalazione di una lite in strada.


Sul posto, hanno notato due uomini feriti, padre e figlio, che erano stati aggrediti da un gruppo di giovani che poi si erano allontanati.
Gli operatori li hanno soccorsi ed accompagnati in ospedale dove hanno trovato tre giovani che hanno raccontato di essere stati vittime di un’aggressione in via Pergolesi.


Gli agenti hanno accertato che, alcune ore prima, uno dei tre giovani si era recato presso l’officina di proprietà dell’uomo dove aveva portato in riparazione una bici elettrica che non gli era stata restituita a causa di un pregresso debito non saldato. Poco dopo il giovane, in compagnia di altri due amici, era andato nuovamente presso l’officina dove, alla presenza del figlio del titolare, era nato un diverbio in seguito al quale i tre erano stati colpiti e feriti con un bastone.


Angelo D’Onofrio Esposito e Denis D’Onofrio Esposito, napoletani di 55 e 29 anni con precedenti di polizia, sono stati arrestati per lesioni personali aggravate mentre il 29enne è stato anche denunciato per furto aggravato.

Stéphanie Esposito Perna / Redazione Campania

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy