Juve Stabia-Fidelis Andria 1-1, le pagelle delle Vespe

Juve Stabia - Taranto pagelle

Juve Stabia – Fidelis Andria
Le Pagelle

Russo 6: Normale amministrazione il suo ritorno tra i titolari, interventi importanti ma anche qualche brivido che poteva costare caro alle Vespe.

Donati 5,5: Spinge bene sulla sua fascia e da grattacapi agli avversari, ma nel secondo tempo cala nel marasma generale della Juve Stabia di oggi.

Tonucci 5,5: Colpito da amnesia nell’occasione del vantaggio di Di Piazza, si rifà nel seguito della gara prendendo più confidenza con la contesa.

Cinaglia 5,5: Anche lui si fa sorprendere in occasione del gol dei pugliesi, è sembrato nel complesso poco lucido e tranquillo.

Rizzo 5,5: Si da da fare sulla corsia mancina della Juve Stabia, duetta bene con il centrocampo e si propone sovente.

Altobelli 5,5: Non appare lucidissimo in un centrocampo folto di avversari, alla distanza si adatta e combatte come suo solito.

Berardocco 5,5: Si destreggia in mezzo al campo dando del tu al pallone e servendo palloni interessanti ai compagni.

Bentivegna 5: Ha provato sempre ad allargare il gioco tentando di saltare l’avversario, ma è stata una serata propizia.

Stoppa 6: Estro, fantasia e magie a servizio della Juve Stabia, su di lui il fallo da rigore ma non solo con Dini protagonista.

Panico 4,5: Anche in questa gara lontano parente del giocatore che tutti si aspettavano, nervoso e senza idee

Eusepi 5,5: Trasforma il rigore per il pari della Juve Stabia e fa il suo solito gioco sporco ma alla distanza si perde.

Guarracino ( dal 16′ s.t.) 5: Pronti via e si becca in un istante l’ammonizione, prova a dare vivacità a destra ma non incide più di tanto.

Davi’ ( dal 26′ s.t.) 5,5: Entra bene nella contesa, guadagna buoni palloni a centrocampo mettendoci fisico e sostanza.

Evacuo ( dal 40 s.t.) 5 : solo 8 minuti per lui nei quali ha però il pallone del vantaggio che spreca buttandolo fuori in diagonale.

Mr. Stefano Sottili 5 : La Juve Stabia scende in campo nervosa e con tanta adrenalina negativa dentro, ne è prova il gol beccato ingenuamente ad inizio gara, che un po’ disorienta la squadra fino a raggiungere un punto di equilibrio con le giocate di Stoppa e il meritato pareggio. Poi però le vespe tornano ad essere vittima di un non gioco e di una confusione tanto da subire pure l’avversario che giocando la sua onesta partita non ruba nulla al Menti, ci sarà la sosta ma temiamo che a questo gruppo non sarà sufficiente solo riposare ma servirà molto di più per acquisire certezze e non perdere le distanze in una classifica che potrebbe anche diventare difficile da gestire.