effetti legati alla pandemia
effetti legati alla pandemia

Il Tabacco e gli effetti legati alla pandemia da Covid

La strategia per affrontare il problema del tabacco e degli effetti legati alla pandemia da Covid-19 che sono potenzialmente mortali

In occasione del 31 maggio, giornata mondiale senza tabacco, l’OMS ha lanciato una campagna chiamata “impara a smettere” ed è intervenuta sull’argomento nel 23esimo convegno nazionale tenutosi lo stesso giorno.

L’associazione ha divulgato i dati riguardanti il consumo di tabacco a livello nazionale; secondo tali dati, il tabacco risulta essere la principale causa di dipendenza e di mortalità prevenibile.

Essi riportano inoltre che il tabacco causa oltre 93mila morti, un numero sconvolgente se rapportato ai costi diretti e indiretti a esso legati (circa 26 miliardi di euro).

Negli ultimi anni, studi dell’ISTAT hanno rilevato che attualmente il consumo di tabacco concerne la fascia 25-34 anni per gli uomini, mentre per le donne la fascia d’età maggiormente interessata va dai 55 ai 59 anni.

L’immissione nel mercato delle sigarette elettroniche non ha fatto altro che peggiorare la situazione, passando dall’utilizzo di quest’ultime per ridurre man mano il consumo di tabacco alla diffusione di ulteriori problematiche relative a sostanze potenzialmente nocive presenti al loro interno.

L’OMS ha da tempo ormai affermato che il tabacco non ha alcun effetto preventivo o lenitivo nei confronti dell’infezione da covid-19, informando la popolazione che i fumatori sono soggetti a rischi maggiori di forme gravi di infezione.

A tal proposito, esistono numerose iniziative atte ad aiutare queste persone ad eliminare la loro dipendenza in un percorso che potrà donare loro diversi benefici, sia immediati che nel lungo termine.

Il 6 agosto 2020, è stato approvato il Piano Nazionale della Prevenzione 2020-25 il cui scopo è la promozione di uno stile di vita sano e attivo e l’adozione di scelte mirate a garantire la salute individuale e collettiva di tutto il territorio nazionale

Il Tabacco e gli effetti legati alla pandemia da Covid/Antonio Cascone/redazione