Giugliano-Juve Stabia, la presentazione del match

LEGGI ANCHE

Giugliano-Juve Stabia, siamo solo alla terza giornata ma è già un test importante per avere delle conferme su quello che potrà essere il cammino di entrambe le squadre in questa stagione.

I TEMI DI GIUGLIANO-JUVE STABIA.

Il Giugliano è reduce da una sconfitta immeritata a Foggia dove solo un episodio ha portato al gol vittoria di Tonin per i satanelli, beccato peraltro nel momento migliore della gara per i tigrotti.

Mister Di Napoli, che confermerà contro la Juve Stabia il collaudatissimo modulo tattico 3-5-2, venderà di sicuro cara la pelle anche perchè ha confermato in conferenza al termine della sfortunata gara col Foggia che l’obiettivo stagionale dei suoi è fare più punti dello scorso anno il che significherebbe rientrare di sicuro nei playoff sfiorati e persi solo per la classifica avulsa nello scorso campionato.

Tanti gli ex nel Giugliano che popoleranno la sfida del “De Cristofaro” e che di sicuro rappresenteranno un’insidia in più per la Juve Stabia: dal portiere Russo ai difensori Scognamiglio e Caldore, passando per il centrocampista Berardocco e l’attaccante Sorrentino.

Sicuri assenti tra le fila del Giugliano il difensore Menna e l’attaccante Nocciolini, entrambi infortunati, ma mister Di Napoli, a parte queste due assenze può contare sull’intera rosa a sua disposizione avendo recuperato tutti gli acciaccati che erano stati assenti nelle prime due gare.

La Juve Stabia dal canto suo cerca il tris e lo farà con il suo consueto atteggiamento tattico: squadra molto corta che gioca in trenta metri con i reparti molto stretti fra di loro e al massimo con due tocchi. Atteggiamento che ha fatto la fortuna delle Vespe sia nella gara col Monterosi che con l’Avellino, denotando peraltro una condizione fisica ottimale perchè in entrambe le sfide si è finito in crescendo.

La formazione che scenderà in campo per le Vespe non dovrebbe discostarsi dall’undici inziale con l’Avellino: unico dubbio a centrocampo tra Erradi in ballottaggio con Romeo e Gerbo, e in attacco dove probabilmente Piovanello potrebbe giocare ancora dal primo minuto anche perchè Bentivegna, infortunatosi nel riscaldamento della gara con l’Avellino, potrebbe non farcela.

LA QUATERNA ARBITRALE DI GIUGLIANO-JUVE STABIA.

La gara dello stadio “De Cristofaro” sarà diretta dal sig. EUGENIO SCARPA della sezione di Collegno al suo quinto anno in Serie C.

48 gare dirette in categoria con questo score: 21 vittorie interne, 16 pareggi e 11 affermazioni in esterna. 23 i rigori decretati e 15 espulsioni.

Questa sarà la sua gara di esordio stagionale.

2 i precedenti col Giugliano:

08/10/2022 GIUGLIANO – VIRTUS FRANCAVILLA 2-0
13/03/2022 GIUGLIANO – AVELLINO 2-4.

Un solo precedente con la Juve Stabia:

06/03/2022 MESSINA – JUVE STABIA 0-1 ( SCHIAVI ).

Gli assistenti saranno:
1° SIG. GIANLUCA DELL’ORCO DELLA SEZIONE DI POLICORO
2° SIG. MARIO CHICHI DELLA SEZIONE DI PALERMO
IV° SIG. RICCARDO BERNARDINI DELLA SEZIONE DI CIAMPINO.

PROBABILI FORMAZIONI GIUGLIANO-JUVE STABIA.

GIUGLIANO (3-5-2): Baldi; Zullo, Scognamiglio, Caldore; Di Dio, Vogiatzis, Labriola, Gladestony, Oyewale; Salvemini, Sorrentino. 

Allenatore: sig. Raffaele Di Napoli.

JUVE STABIA (4-3-2-1): Thiam; Baldi, Bachini, Bellich, Mignanelli; Erradi, Leone, Buglio; Piovanello, Piscopo; Candellone. 

Allenatore: sig. Guido Pagliuca.

 


Juve Stabia TV


Pierobon è della Juve Stabia fino al 2026: acquistato dal Verona

Christian Pierobon sarà un centrocampista della Juve Stabia fino al 30 giugno 2026: trasformato il prestito dal Verona in acquisto a titolo definitivo.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare