26.1 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Maggio 28, 2022

Ferraro: “La partita di Taranto è un crocevia della stagione sia per le Vespe che per i pugliesi”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Domenico Ferraro, giornalista de “Il Gazzettino Vesuviano”, è intervenuto nel corso della trasmissione televisiva “Juve Stabia Live” per parlarci del momento delle Vespe.

Le dichiarazioni di Domenico Ferraro sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Le 4 giornate finali potrebbero servire al raggiungimento dei playoff. Prima raggiungiamo la salvezza anche se dovrebbe essere cosa fatta ormai. Per motivare un po’ la squadra bisogna fare quanti più punti possibile e cercare di raggiungere il decimo posto. Il decimo posto – aggiunge Ferraro – potrebbe servire per dare un senso a questo finale di stagione. L’atmosfera di 2 anni fa pre-covid è andata scemando e con essa anche l’aspetto di fidelizzazione del tifoso. Il calcio sta perdendo il suo cliente più importante che è il tifoso.

La Juve Stabia deve scendere in campo per ottenere il massimo risultato. C’à un mucchio selvaggio in classifica nelle posizioni a ridosso dei playoff. La partita di Taranto è un crocevia della stagione sia per le Vespe che per i pugliesi. Se la Juve Stabia dovesse vincere – prosegue Ferraro – si potrebbe rilanciare anche per l’obiettivo playoff. Potenzialmente la Juve Stabia può sfruttare il fatto che ci sia contestazione nell’ambiente tarantino dove non si vince da dicembre.

Ferraro Juve Stabia

In questa squadra Eusepi è mancato, anche Troest. A centrocampo anche Schiavi ha avuto problemi fisici. Anche il cambio di allenatore ha inciso. La Juve Stabia è passata dal 4-3-3 al 4-2-3-1 per finire al 3-5-2. Con Novellino – continua Ferraro – si è trovata un po’ più di sostanza. Non c’è un leader in questa squadra ma in questo caso si deve supplire con il gruppo. Oltre a una mancanza di leadership con Sottili c’era anche una questione di modulo 4-2-3-1 che non era supportato dalle caratteristiche dei giocatori in rosa. Stoppa ha le caratteristiche per diventare il leader di questa squadra.

Il Novellino 2.0 si è consultato con la squadra e hanno condiviso di giocare prima con il 4-3-3 e poi con il 3-5-2. Quest’ultimo modulo – conclude Ferraro – ha dato sostanza perché il centrocampo si è rinfoltito, ha messo Schiavi davanti alla difesa. Anche il 4-3-3 può andare bene mentre il 4-2-3-1 presupporrebbe tanta qualità che probabilmente non c’è”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy