Estorsione a Castellammare: Tentativo di Pizzo con Molotov alla Sala Bingo

LEGGI ANCHE

Clan Onorato di Castellammare di Stabia tenta estorsione alla sala bingo tramite minacce con molotov. Leggi di più su questo tentativo fallito e le azioni della camorra locale.

Estorsione a Castellammare: Il Tentativo di Pizzo alla Sala Bingo con una Molotov Come ‘Regalo

Nel tentativo di estorcere denaro dalla sala bingo di Castellammare, il clan Onorato ha inviato un messaggio intimidatorio sotto forma di una molotov. Salvatore Scotognella, noto come o’ talebano per la sua brutalità, agiva a nome del clan, richiedendo una somma compresa tra i 9 e i 12 mila euro al parcheggiatore del locale.

Michele Onorato, noto come o’ pimuntese, una figura storica della camorra locale, aveva deciso di assumere il controllo di una parte della zona nord della città, sfruttando il vuoto lasciato da altri clan recentemente indeboliti dagli arresti.

L’ordine di attacco è emerso da un’ordinanza del gip di Napoli, che ha portato a dieci arresti. Il titolare del bingo, pur dichiarando difficoltà finanziarie, ha rifiutato di pagare il pizzo. Di conseguenza, il clan ha deciso di inviare un “regalo” sotto forma di una molotov tramite un intermediario.

Nonostante alcuni contrattempi, tra cui l’arresto di un intermediario, il clan ha cercato di risolvere la questione attraverso il genero di Onorato. Tuttavia, nonostante gli sforzi, il pagamento del pizzo non è avvenuto.

Il clan Onorato, estendendo la propria influenza anche ad altri comuni limitrofi, ha dimostrato una volontà intimidatoria nei confronti di coloro che si opponevano alle loro richieste. Anche se le minacce erano pesanti, il clan era chiaro nel suo intento di far “soffrire” anziché uccidere le vittime.


Juve Stabia mercato: oggi incontro tra Lovisa e la società stabiese

Juve Stabia, oggi importante incontro tra il ds Lovisa e la società stabiese per definire gli obiettivi di mercato e il budget da investire
Pubblicita

Ti potrebbe interessare