Quantcast

Banner Gori
Gattuso conferenza stampa
SSC Napoli - primo piano

Gattuso: “Mi aspetto tanto dalla vecchia guardia, dobbiamo puntare alla Champions! Il nuovo modulo…”

Gattuso: “Mi aspetto tanto dalla vecchia guardia, dobbiamo puntare alla Champions! Il nuovo modulo? L’idea è quella di fare qualcosa di nuovo con Osimhen

L’allenatore del Napoli, Rino Gattuso, è intervenuto in conferenza stampa dal ritiro di Castel di Sangro. Queste le sue parole:

“Sono rimasto veramente sorpreso delle strutture e dalle persone che abbiamo incontrato. Non pensavo di trovare un posto così, troppo facile fare calcio così con 3 campi e albergo vicino. Siamo molto soddisfatti”.

 “Quando si allena il Napoli si allena un grande club. Lo so bene. L’obiettivo più importante ora è dare qualcosa alla squadra. Dobbiamo migliorare il settimo posto dello scorso campionato. Per farlo dobbiamo lavorare a testa bassa”.

Mercato? “Alleno una squadra forte e ho giocatori giovani tra i più forti d’Europa. Sono contento di chi alleno. Poi però dobbiamo vedere le problematiche societarie: quest’anno non facciamo la Champions, i tifosi non entrano allo stadio…Se partirà qualcuno vedremo, ma sono contento della rosa”.

“Ora ci apprestiamo a ricominciare una stagione nuova dopo solo 2 settimane. Abbiamo speso tanto, è importante fare meno danni possibili, perdendo pochi giocatori. Dobbiamo stare attenti, la bravura degli staff sarà quella di perdere pochi calciatori. Tra pochi giorni andranno via i calciatori impegnati nelle nazionali.

Cambio modulo? L’idea è quella di fare qualcosa di nuovo con Osimhen che ci permetterà di verticalizzare in maniera differente. Con lui abbiamo possibilità di giocare meno dal basso e ripartire per il 3 contro 3. Sa attaccare bene gli spazi e ci può dare una grandissima mano”.

Mertens e Osimhen insieme? Non ci sono solo loro: abbiamo Insigne e Lozano che può fare molto di più rispetto a quanto fatto in questi primi 6 mesi. vediamo, abbiamo in testa qualcosa ma bisogna vedere.”.

Giocatori di carattere? Mi sono arrabbiato tantissimo alla ripartenza (post lockdown ndr): abbiamo vinto la Coppa Italia, ma ho rotto le scatole ai miei giocatori quando si perdeva, volevo alzare l’asticella. Col Barcellona abbiamo buttato via la partita, sia in personalità che come gioco. Dobbiamo migliorare per il prossimo step”.

“Dalla vecchia guardia mi aspetto tanto. Io voglio stare concentrato. So cosa posso dare alla squadra, devo lavorare tanto perchè voglio cambiare qualcosa. Dobbiamo essere lucidi”.

Per migliorare la situazione, dobbiamo puntare alla Champions League: è quella la casa del Napoli. Dobbiamo lavorare sulla testa: vogliamo arrivare tra i primi quattro. Dobbiamo fare uno step in più per raggiungere l’obiettivo”.

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più