Quantcast

Banner Gori
SSC Napoli - primo piano

Dries Mertens, un campione dal cuore d’oro

Il centravanti del Napoli, Dries Mertens si è calato completamente nel contesto partenopeo legandosi sempre di più alla città

L’attaccante belga del Napoli, Dries Mertens si dimostra ancora una volta un ragazzo dal cuore d’oro, ha fatto un gesto di solidarietà che merita di essere sottolineato ed applaudito. Come raccontanto dal quotidiano Corriere del Mezzogiorno, il belga azzurro, ha comprato tante pizze Margherita e le ha portate personalmente ai clochard delle strade napoletane.

Mertens, di ritorno dalla trasferta di Torino contro i granata, ha chiamato uno dei suoi amici più stretti dicendogli: “Portiamo da mangiare ai clochard, loro sì che avranno fame“. Fu questa la prima volta per il entravanti del Napoli tra i clochard della Stazione Centrale: con un cappellino con visiera che gli copriva anche gli occhi, senza dare peso in quel momento di chi fosse e soprattutto senza preoccuparsi di chi avrebbe potuto riconoscerlo, andò in pizzeria e comprò moltissime Margherite. Tagliò le pizze a tranci e quella volta si preoccupò non dei tifosi che lo applaudono allo stadio o davanti alla tv. Con questo gesto Regalò un sorriso ai più deboli. E’ successo anche altre volte nei giardini o sotto i portici di una città che vive l’emergenza dei senzatetto in questi ultimi giorni sotto la neve.

Dries, noto ormai come Ciro, si è calato completamente nel contesto partenopeo legandosi alla città, vivendo con serenità la passione napoletana. Non stupisce che anche un campione come lui abbia si preoccupi delle sorti dei meno fortunati: ha fatto spontaneamente visita ai senzatetto, senza cercare la ribalta dei riflettori. Non una foto o un selfie. Mertens ha soltanto voluto dare un aiuto: un vero e proprio esempio positivo.

La solidarietà è un lato importante della vita del calciatore. Non solo pizze per i cloachard ma anche vestiti per i bambini poveri. Visite negli ospedali dove ai suoi piccoli tifosi porta magliette da gioco e gadget. Il caso di Aurora, la bimba ammalata di cancro alla quale fa visita spesso. «L’ho voluto sposare e adesso siamo marito e moglie», ha raccontato Aurora felice. Mertens con la moglie Katrin adotta cani abbandonati, i due hanno sposato la causa di un rifugio per cani di Ponticelli, che senza aiuto il loro aiuto avrebbe rischiato la chiusura.

Mertens ha dimostrato ancora una volta di essere un ragazzo semplice: poco importa se è tra i cinque centravanti migliori d’Europa, se c’è da aiutare qualcuno lui non si tira indietro. Spedisce medicine ai bambini del Venezuela, raccoglie abiti dismessi per i piccoli che a Napoli non hanno la possibilità di comprare vestiti. Basti ricordare quando arrivò a Napoli notò una foto sul profilo Instagram di National Geographic, che ritraeva un bambino in una scuola di Meliandou, in Guinea, con addosso proprio la sua maglia numero 14. Non appena visto lo scatto, si attivò per trovare il fotografo (Peter Muller), che si rese disponibile per aiutarlo a trovare il bambino che indossava quella maglia. Il centravanti azzurro inviò altre sue maglie e altri generi di prima necessità. Un vero campione dentro e fuori dal campo.

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Video

Aiutaci a darti sempre di più