Quantcast

Banner Gori
Calcio - Eccellenza campana Ischia Calcio - news Lega Pro SPORT

Ischia, mister Porta:” Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto”

Mister Porta Ischia

Al “Mazzella” passa anche il Catanzaro con un rete di Agodirin. Per l’Ischia si tratta della settima sconfitta consecutiva,da quando in panchina siede Porta. Al di là del risultato maturato in campo,contro i calabresi si è vista un Ischia in crescita sul piano di gioco,sopratutto nel secondo tempo dove più volte ha avuto diverse occasioni per trovare la rete del pareggio,nonostante il calcio di rigore non fischiato dall’arbitro. Dopo oltre un mese di silenzio stampa da parte della società, in sala stampa arriva mister Porta, che mai come questa volta la sua squadra avrebbe meritato molto di più. La squadra sta crescendo commenta l’allenatore- e i dati di fatto si vedono in campo e la squadra si sta riprendendo fisicamente. Abbiamo preso un gol su’ingenuità da calcio d’angolo,poteva esserci un calcio di rigore. Ma l’importante per me era vedere una squadra viva in campo,fino alla fine cosa che non era successo fino ad ora. Prima avevamo un’ora nelle gambe,mentre ora abbiamo novanta minuti nelle gambe. Pepe sta recuperando,Di Vicino sta migliorando e Filosa tornerà tornerà in campo nella prossima partita. Queste sono le note positive,la squadra è valida e queste sono le note da cui dobbiamo ripartite”. Una squadra che sarà difficile salvare,anche perchè si sta continuando a dimostrate vulnerabile e con una rosa molto stretta. Una scelta che forse ora fa riflettere. ” Non sono pentito di aver accettato, i ragazzi li vedo motivati e c’è un grande gruppo. La squadra migliorerà ulteriormente, sarà ancora più competitiva con i rientri di Filosa,Kanoute e la crescita di Pepe e Di Vicino che stanno tornando nella migliore condizione. Per me,la squadra è competitiva per disputare i play-out. Noi oggi contro il Catanzaro abbiamo giocato come se fosse una partita di play-out, e non abbiamo demeritato. Non dico che potevamo vincerla,però il risultato più giusto sarebbe stato il pari. Ripeto, la squadra è migliorata e confido nel rientro di tutti i calciatori”. In settimana in un intervista rilasciata,ha dichiarato che nei play-out il Melfi era la squadra ideale da poter affrontare. I risultati di questa giornata non sorridono all’Ischia,proprio perchè c’è il rischio di prendere il Catania,con un eventuale sconfitta in quel di Cosenza la settimana prossima. ” Noi intanto andremo a Cosenza,per provare a fare risultato. Noi dobbiamo guardare in casa nostra. In questo momento abbiamo fatto un netto passo in avanti,perchè abbiamo giocato con la miglior squadra. E non dobbiamo dimenticare che abbiamo giocato Kanoute, ed è impensabile giocare senza di lui nei play-out. Non perchè Kanoute sia più forte degli altri,ma per la caratteristiche che ha,è un calciatore che ha velocità ed attacca la profondità”. La società prima della gara proprio con il Catanzaro,aveva diramato un comunicato ,che soltanto dopo questa gara avrebbe prese la decisione per un eventuale cambio in panchina. ” Da quando sono nell’Ischia mi hanno cambiato di ruolo tante volte, io non faccio altro che lavorare. Ho un contratto fino al 30 giugno,quindi sono a disposizione della società e cerco di dare il massimo. Probabilmente se mi avessero dato modo di restare dopo la partita con la Lupa Castelli Romani avrei cercato di fare qualcosa in più”. Si sente in discussione? ” Non credo,ufficialmente non mi hanno mai detto niente,neanche quando in settimana si è parlato del ritorno di Bitetto. Continuo a lavorare e posso solo assicurare che il gruppo è omogeneo”.

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Simone Vicidomini

Simone Vicidomini

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più