Serie D sospesa causa Covid: si riparte il 23 gennaio

LEGGI ANCHE

A fronte della crescita di contagi tra i tesserati delle varie società, la LND sospende le attività per due settimane. Rinviata la sfida tra Sorrento ed Audace Cerignola.

La Serie D si ferma (in maniera temporanea). La crescita esponenziale dei casi di positività al Covid-19 in Italia e la situazione critica di molte squadre hanno portato la LND a ufficializzare l’interruzione del campionato fino a domenica 23 gennaio. In questa data sono state calendarizzate tutte le partite previste inizialmente per il 9 gennaio, giornata in cui l’attività agonistica sarà sospesa così come per la successiva domenica, 16 gennaio. Nei prossimi giorni sarà presentato il calendario delle gare successive, salvo necessarie modifiche future.

Con molti match ancora da recuperare, la scelta operata dal commissario Giancarlo Abete appare la più ragionevole. Attendere qualche settimana per far sì che le circostanze tornino favorevoli per un rientro in campo sicuro. Come si legge nel comunicato diffuso ieri, le squadre potranno continuare ad allenarsi rispettando ovviamente le opportune norme sanitarie.

Leggi QUI il comunicato sulla sospensione della Serie D

Cosa succede a Sorrento?

Anche a Sorrento e in tutta la Penisola Sorrentina la situazione non è migliore che altrove. Già lunedì il team rossonero aveva comunicato la sospensione degli allenamenti, a causa di alcune positività individuate nel gruppo squadra. Stesso discorso vale per le attività dell’Academy, esclusa la scuola calcio.

Era quindi già nell’aria la certezza che l’esordio in campo nell’anno nuovo, in casa contro l’Audace Cerignola, sarebbe stato rinviato. D’altronde lo stesso club gialloblu sta affrontando lo stesso problema legato al virus, che ha impedito ai pugliesi di giocare le ultime due partite prima della sosta natalizia.

Segui la stagione di Serie D del Sorrento Calcio su Vivicentro.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Truffa WhatsApp (generalmente mittente 4390006):  “Ciao xxxxx, ho cambiato numero. …..….”: Come Difendersi e Prevenire il Raggiro

Scopri come riconoscere e difenderti dalla nuova truffa WhatsApp mirata ai genitori o parenti, in particolare alle mamme, papà, zio/a, cugino/a ecc.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare