Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Spettacoli, finanziate 222 aziende per i mancati incassi al botteghino

Spettacoli, finanziate 222 aziende per i mancati incassi al botteghino

Spettacoli e teatri, finanziate 222 aziende per i mancati incassi al botteghino causa periodo pandemico Covid.

Anche il settore delle attività legate agli spettacoli e al cinema, è stato colpito dalla pandemia Covid-19, e ogni sezione della filiera oggi soffre ed è in piena crisi economica.

Sono 222 i soggetti assegnatari dei circa cinque milioni di euro per sopperire alla perdita di incassi al botteghino o per la riduzione dei ricavi al netto di contributi da enti pubblici. E’ stato firmato dall’assessore regionale dello Spettacolo della Regione Siciliana, Manlio Messina, e pubblicato il 24 dicembre il decreto che assegna appunto l’erogazione delle somme, a seguito dell’avviso pubblicato lo scorso novembre. Tra gli ammessi: EtnaLand 1 milione, Punto e a Capo Srl 355mila euro, Multicompany Srl Catania 239mila euro, Sofind Srl San Giovanni La Punta 177mila, Jolly Cinematografica Srl Catania 152mila, J.G. Angels Srl Catania 130mila, GRM Entertrainment Srl Acireale 152mila, Musica da Bere Srl Catania 151mila, Marcello Cannizzo Agency Srl Ragusa 120mila, ABC Produzioni Srl Sortino 95mila, Teatro Al Massimo Stabile Scrl Palermo 60mila, DalVivo Produzioni Srls Castell’Umberto 54mila, Terzo Millennio Srl Palermo 59mila. Entro pochi giorni saranno resi noti gli elenchi degli ammessi ai ristori per le attività teatrali con risorse che ammontano a circa 4 mln 800mila euro.
“A meno di un mese dalla pubblicazione dell’avviso, come governo Musumeci e grazie alla sensibilità dei deputati dell’Ars, diamo una risposta immediata al mondo dello spettacolo e della cultura – spiega l’assessore Messina – interveniamo a sostegno di un settore, quale quello delle attività legate agli spettacoli e al cinema, particolarmente colpite dalla pandemia Covid-19 in ogni sezione della filiera e da mesi in grandissima crisi, offrendo un ristoro e un sostegno per favorirne la continuità dell’attività. Ringrazio gli uffici dell’assessorato che in tempi record, con grande senso di responsabilità, hanno provveduto all’esame della documentazione per arrivare al traguardo”.

Mariella Musso