Ferrari, Binotto: “2022 l’anno delle incognite”

Mattia Binotto
FONTE FOTO: Scuderia Ferrari Twitter

Le parole del team principal della Ferrari, Mattia Binotto, che focalizza la sua attenzione alla prossima stagione

 

Ferrari, Binotto: “2022 l’anno delle incognite”

Una stagione non esaltante ai livelli massimi, ma comunque migliore dell’anno scorso. La Ferrari chiude la sua stagione 2021 al terzo posto nei costruttori, a seguito della grande rimonta fatta ai danni di McLaren(venuta nettamente a mancare nel finale di stagione).

 

Binotto: “Non è bello vedere gli altri festeggiare”

Ora però testa già alla prossima stagione. Alla famosa prova del nove per la Ferrari. A tal proposito, ai microfoni di Sky Sport, è intervenuto il team principal della Rossa Mattia Binotto:

 “Un podio è sempre bello, ma vedere altri che festeggiano non è mai il mio desiderio. Io però devo pensare alla nostra gara, alla nostra stagione, e chiudere con un podio è certamente incoraggiante. Per la prossima invece la sensazione è che ci sono tante incognite in questo momento. Non si sa niente, non ci sono riferimenti e non si sa cosa stanno facendo gli altri, a che punto sono. Non abbiamo nemmeno basi da quest’anno. C’è tanta curiosità di vedere come sarà ma manca poco. Poche settimane e saremo di nuovo in pista. E’ da tanto che lavoriamo sul 2022. La squadra sta dando il massimo, il suo meglio, l’impegno è enorme. Per noi sarà un momento importante per capire il nostro vero valore”.

 

 

“Abbiamo un’ottima coppia piloti”

“Sono convinto che la prossima stagione Leclerc sarà carico e lo spero. Tramite certe delusioni aiutano a migliorarsi. Sicuramente lui sarà deluso per aver chiuso l’anno alle spalle di Carlos, ma anche dalla gara di oggi. Non ha fatto il risultato che speravo e che potenzialmente poteva fare. Io sono convinto sia migliorato ancora e accanto ha un pilota che è un ottimo riferimento. Lo stesso Sainz è migliorato tanto nella seconda parte della stagione. Siamo cresciuti molto rispetto all’anno scorso ed è certamente una cosa incoraggiante. Noi vogliamo lottare per posizioni più alte, ma quest’anno, rispetto all’anno scorso, abbiamo fatto molto meglio. Siamo quasi sempre andati a punti e questo aiuta tanto. Abbiamo preso Sainz anche per questo, perché in gara è sempre molto consistente, veloce e lo ha dimostrato. Sono contento di poter contare su 2 piloti forti e credo di avere la miglior coppia piloti dal punto di vista del Mondiale Costruttori”.