Note Meteo Nazionale dal 2 Settembre: Temporali e Grandine anche nel Weekend 

Note Meteo Nazionale dal 2 Settembre: Nel Weekend Temporali e Grandinate su almeno mezza Italia. Correnti instabili oceaniche inviano impulsi perturbati verso il nostro Paese. #Note #meteonazionale #meteo #previsionimeteo #2Settembre

Note Meteo Nazionale dal 2 Settembre: Nel Weekend Temporali e Grandinate su almeno mezza Italia. Correnti instabili oceaniche inviano impulsi perturbati verso il nostro Paese. #Note #Notemeteo #meteonazionale #meteo #previsionimeteo #2Settembre

 Leggi anche:

Note Meteo Nazionale dal 2 Settembre: Temporali e Grandine anche nel Weekend

L’Italia sta facendo i conti con un blando ma insidioso vortice ciclonico che in queste ore sta muovendo il suo centro motore verso i vicini Balcani.

Note Meteo Nazionale dal 2 SettembreSono appena arrivate le ultime proiezioni stagionali in vista del prossimo Autunno e non ci sono buone notizie per l’Italia, con particolare riferimento ai mesi di Ottobre e Novembre che si preannunciano ricchi di sorprese e colpi di scena per colpa di un’estremizzazione climatica che coinvolgerà l’Europa e l’Italia.

Secondo gli ultimi aggiornamenti del centro americano di AccuWeather, non dovremo solo fare i conti con un “caldo anomalo” su alcuni settori, elemento che ormai comincia quasi a non fare più notizia, ma anche (e soprattutto) con tanti pericoli dal punto di vista idro-geologico.

Due facce della stessa medaglia che vanno sotto un unico denominatore comune: il cambiamento climatico.

La novità che emerge da queste ultime Note Meteo riguarda soprattutto il tema delle temperature.

Per l’inizio della stagione autunnale sono previsti valori termici oltre le medie climatiche di circa +1-2°C su buona parte dell’Europa centro-meridionale a causa di una persistente area di alta pressione, un po’ alla stregua di quanto è avvenuto nel corso di questa Estate.

Pare quindi poter purtroppo proseguire il periodo siccitoso che sta caratterizzando il tempo atmosferico anche sull’Italia da ormai da quasi un anno.

Questo “caldo fuori stagione” si riflette anche sulla temperatura dei nostri mari, i quali fanno registrare valori di circa 4/5°C oltre le medie di riferimento, dopo una stagione estiva che è stata a dir poco rovente. Ciò si tradurrà in una maggior energia potenziale in gioco (alti tassi di umidità nei bassi strati dell’atmosfera), ovvero in quel carburante necessario per lo sviluppo di fenomeni estremi.

Queste condizioni, per esempio, potrebbero portare sulle aree meridionali dello scacchiere europeo ad un improvvisa svolta autunnale e al tempo stesso alla formazione dei tanto temuti eventi estremi come i Medicane (o TLC):

una sorta di “uragani del Mediterraneo”, che si formano quando una bassa pressione viene alimentata dalle acque calde dei nostri mari e sviluppa caratteristiche da tempesta tropicale. Anche se spesso hanno breve durata, i Medicane possono portare forti piogge e forti raffiche di vento fino a 120 km/h.

Secondo le proiezioni di AccuWeather andrà prestata massima attenzione specialmente alla seconda parte dell’Autunno,diciamo tra la fine Ottobre e Novembre, per il serio rischio di eventi alluvionali.

Questo periodo dell’anno risulta spesso delicato a causa dei forti contrasti che si vengono a creare tra masse d’aria completamente diverse: gli ultimi caldi da una parte e i primi affondi freddi in discesa dal Nord Europa dall’altra.

La cronaca del recente passato è ricca purtroppo di eventi alluvionali improvvisi in grado di provocare seri problemi di carattere idrogeologico come frane, alluvioni lampo e forti temporali.

Da monitorare attentamente saranno ancora una volta le temperature delle acque superficiali dei nostri mari che potrebbero fornire l’energia necessaria per lo sviluppo inoltre di imponenti sistemi temporaleschi la cui previsione è possibile solo a pochi giorni di distanza, soprattutto in merito al tragitto che compiono.

Tendenza aggiornata di AccuWeather il prossimo autunnoTendenza aggiornata di AccuWeather il prossimo autunno

NOTE METEO PER I PROSSIMI GIORNI:

Sotto osservazione saranno i settori del medio e basso Adriatico in particolare l’area costiera meridionale delle Marche, quella Abruzzese e soprattutto quella pugliese.

Qui i temporali potranno assumere ancora carattere di forte intensità con rischio di nubifragi. Residui rovesci potranno inoltre attardarsi sul comparto del basso Tirreno segnatamente sui litorali calabresi.

Sul resto del Paese, fatta eccezione per qualche nota instabile a ridosso del distretto alpino, la situazione tornerà tranquilla grazie ad un timido aumento della pressione che ci introdurrà verso una vigilia di weekend dall’atmosfera temporaneamente più quieta per tutti.

Note Meteo Nazionale dal 2 Settembre: Temporali e Grandine anche nel Weekend

 

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


ULTIME NOTIZIE