In settimana Blitz Artico e Anticiclone alle Corde
In settimana Blitz Artico e Anticiclone alle Corde

In settimana Blitz Artico e Anticiclone alle Corde! Tornano Piogge e Neve

Meteo: in settimana Blitz Artico e Anticiclone alle Corde! Tornano Piogge, Venti Forti e Neve. Le Previsioni Domina il Gigante Africano

Ultimi giorni del Gigante Africano! Fino a martedì 4 l’alta pressione sub-tropicale comanderà il tempo sull’Italia: ci saranno ancora nebbie in Pianura Padana, ma localmente anche al Centro e in Sardegna. Il sole sarà prevalente sui rilievi, ma con nuvolosità in aumento. Mercoledì 5, tempo in peggioramento con piogge dal Nord verso il Centro-Sud entro l’Epifania. Nevicherà sugli Appennini a quote basse. Anteprima: dal 9-10 gennaio possibile perturbazione fredda con neve in pianura al Nord.

Cambia tutto sul fronte meteo nel corso della nuova settimana.
L’anticiclone africano che soggiorna ormai da parecchio tempo sull’Italia verrà letteralmente messo alle corde da un vero e proprio blitz artico che riporterà le piogge, forti venti e la neve su alcune regioni d’Italia. Insomma, a conti fatti arriverà una sorta di ribaltone che decreterà la fine di questa lunga parentesi mite e stabile e il ritorno, quindi, del generale inverno.

Un primo piccolo segnale di cambiamento lo avvertiremo già tra lunedì 3 e martedì 4 gennaio quando l’anticiclone africano comincerà a perdere un po’ della sua potenza provocando una maggior ingerenza delle nubi sui versanti più occidentali del Paese segnatamente sulle regioni di Nord-Ovest e sul versante tirrenico. Ma la vera svolta è attesa a cavallo dell’Epifania quando tra mercoledì 5 e giovedì 6 il grande freddo attualmente sul nord Europa scenderà di latitudine.
Che effetti avrà dunque sul nostro Paese? Per prima cosa l’alta pressione africana sarà respinta verso le sue terre di origine sotto la pressione delle fredde ed instabili correnti in discesa direttamente dal circolo polare artico. Nel letto di questi freddi venti viaggerà un impulso perturbato che transiterà da nord a sud sul nostro Paese provocando la formazione di un veloce vortice di bassa pressione che provocherà un rapido peggioramento del tempo a partire dalle regioni settentrionali e centrali dove torneranno la pioggia, la neve in montagna ed un generale rinforzo dei venti. Il tutto sarà inoltre accompagna da un deciso calo termico a tutte le quote.

Nel giorno della Befana poi, il fronte perturbato avanzerà molto rapidamente verso levante ed un freddo miglioramento si farà strada a partire ovviamente dalle regioni del Nord aprendo così la strada ad una fase meteo-climatica sicuramente più consona al periodo.
In seguito, se tutto verrà confermato, anche il tempo non riuscirà più a godere della stabilità di inizio anno proponendoci così altre occasione per nuove minacce le quali, viste le temperature al ribasso, potranno riportare non solo altre piogge, ma anche la neve fino a bassa quota se non in pianura, quanto meno al Nord.

Vi invitiamo comunque a seguire i prossimi aggiornamenti in quanto la situazione non è ancora del tutto delineata da parte dei centri di calcolo internazionali ed eventuali rettifiche nelle previsioni saranno ancora plausibili.

Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook! –  Meteo / Cristina Adriana Botis / Redazione

CAMBIA GDPR