28.4 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

domenica, Agosto 14, 2022

Bollettino Qualità aria Stabia, Napoli e altrove 12 Luglio 2022

Da leggere

Bollettino Qualità Aria 12 Luglio 2022: situazione a Stabia, Napoli e altrove, dell’inquinamento dell’aria, pollini e altri dati utili.

Bollettino Qualità aria Stabia, Napoli e altrove 12 Luglio 2022

Bollettino Qualità aria Depositphotos_34231195_LQualità aria, l’indice di si basa sulla misurazione del particolato (PM 2.5 e PM 10 ), ozono (O 3 ), biossido di azoto (NO 2 ), biossido di zolfo (SO 2 ) e emissioni di monossido di carbonio (CO).

La maggior parte delle stazioni sulla mappa sta monitorando entrambi i dati PM 2.5 e PM 10 , ma ci sono alcune eccezioni in cui è disponibile solo PM 10 .

Castellammare di Stabia, notturno sul lungomareBollettino Qualità Aria: Inquinamento, pollini e altri dati – Castellammare di Stabia foto

Ora Qualità aria O3 NO2 SO2 CO PM10 PM2.5
09.00 Buona 90 7.3 1.3 126 11.2 8.4
10.00 Buona 99 4.9 1.3 119 10.9 7.8
11.00 Molto buona 111 3.3 1.5 114 11.1 7.7
12.00 Molto buona 115 2.7 1.5 113 12.2 8.2
13.00 Molto buona 122 2.5 1.5 112 12.5 8.4
14.00 Molto buona 125 2 1.7 112 10 8.7
15.00 Molto buona 119 1.8 1.2 108 7.2 6.6
16.00 Molto buona 111 2 1.2 98 6.9 6.1
17.00 Molto buona 106 2.7 1.1 96 6.8 5.2
18.00 Molto buona 101 3.4 1.1 96 6.8 5
19.00 Molto buona 97 4.4 1.2 98 6.7 5
20.00 Buona 92 6.5 1.1 100 7.7 5.5
21.00 Buona 84 10.8 1.4 107 9.3 6.2
22.00 Discreta 77 15.1 1.5 114 10.2 7.2
23.00 Discreta 70 16 1.4 123 12.9 7.5
24:00 Discreta 62 14.9 1.4 129 13.1 8.8
01.00 Discreta 56 15.8 1.5 134 12.7 10.4
02.00 Discreta 58 13.6 1.6 139 9.8 8.4

Tutti i valori sono espressi in µg/m3

SOLE – Sorge: 5:40, Tramonta: 20:32      LUNA – Leva: 19:49, Cala: 3:41 – Gibbosa crescente
Dati geografici – Lat: 40.72°   Lon: 14.49°   Alt: 6m s.l.m.   Abitanti: 64506

Qualità dell’aria Napoli, inquinamento

Ora Qualità aria O3 NO2 SO2 CO PM10 PM2.5
08.00 Mediocre 52 31.8 3.9 187 16.4 14.2
09.00 Accettabile 57 22.4 3.7 145 16.6 10.5
10.00 Discreta 79 17.2 3.9 136 13.8 9.9
11.00 Discreta 99 13.1 3.7 130 13.5 8.5
12.00 Buona 112 10.4 3.6 126 15.3 9.4
13.00 Buona 124 6.5 3 127 15.6 10.6
14.00 Buona 130 5.2 2.1 120 10.3 9.1
15.00 Buona 110 5 1.6 111 7.5 6.5
16.00 Buona 100 4.6 1.5 105 8.6 5.5
17.00 Buona 101 5.5 1.5 105 8.6 5.4
18.00 Buona 97 6.1 1.4 105 7.7 5.5
19.00 Buona 93 7.6 1.5 107 8.7 5.6
20.00 Buona 89 10.1 1.7 109 8.6 5.9
21.00 Discreta 72 19.6 2.6 119 9.3 6.6
22.00 Accettabile 61 30.1 2.5 120 11 7.1
23.00 Mediocre 47 40.7 4.1 140 13 9.2
24:00 Mediocre 42 45.7 4.4 144 14.6 9.7
01.00 Mediocre 41 43.2 4.4 143 16 11.4
02.00 Mediocre 34 40.4 4.1 138 14.2 10.2

Tutti i valori sono espressi in µg/m3

SOLE – Sorge: 5:40, Tramonta: 20:34      LUNA – Leva: 19:51, Cala: 3:41 – Gibbosa crescente
Dati geografici – Lat: 40.86°   Lon: 14.28°   Alt: 17m s.l.m.   Abitanti: 959574

Qualità dell’aria

O3 – Ozono

L’ozono è un gas con capacità irritanti per gli occhi, per le vie respiratorie e per le mucose in genere. Elevate concentrazioni di questo inquinante nell’aria possono favorire l’insorgenza di disturbi sanitari o l’acuirsi delle patologie già presenti nei soggetti più sensibili (persone affette da malattie respiratorie croniche e asmatici).

NO2 – Biossido di Azoto

Il biossido di azoto è un forte irritante delle vie polmonari; già a moderate concentrazioni nell’aria provoca tosse acuta, dolori al torace, convulsioni e insufficienza circolatoria. Può inoltre provocare danni irreversibili ai polmoni che possono manifestarsi anche molti mesi dopo l’attacco. È emesso soprattutto dai motori diesel ed è ritenuto cancerogeno.

SO2 – Biossido di Zolfo

Il biossido di zolfo è un forte irritante delle vie respiratorie; un’esposizione prolungata a concentrazioni anche minime può comportare faringiti, affaticamento e disturbi a carico dell’apparato sensoriale (occhi, naso, …).

CO – Monossido di Carbonio

Il monossido di carbonio è un gas inodore e incolore, tossico per l’uomo. Gli effetti dell’esposizione a questo agente inquinante possono variare da leggera intossicazione con disturbi psico-motori, cefalea e indebolimento generale fino ai conseguenze più gravi. E’ emesso prevalentemente dai motori a benzina, dagli impianti di riscaldamento domestici e dagli impianti industriali.

PM10

Il PM10 indica un insieme di polveri inquinanti altamente nocive per l’uomo. Si tratta di particelle solide e liquide, di diametro inferiore a 10µm, generate da fenomeni naturali, o più comunemente dai gas di scarico delle automobili o dall’inquinamento degli impianti industriali. Gli effetti irritativi sul tratto superiore dell’apparato respiratorio possono comprendere l’infiammazione e la secchezza del naso e della gola, aggravandosi se le particelle hanno assorbito sostanze acide (come il biossido di zolfo o gli ossidi di azoto).

PM2.5

E’ un insieme di polveri inquinanti con diametro inferiore a 2.5µm, di natura organica o inorganica, che possono presentarsi allo stato solido o liquido. Questo tipo di particolato è in grado di penetrare profondamente nell’apparato respiratorio provocando disturbi acuti e cronici (asma, bronchite, enfisema, allergia) e nell’apparato cardio-circolatorio (aggravamento dei sintomi cardiaci nei soggetti predisposti).

Scala della qualità dell’aria

La scala AQI utilizzata per l’indicizzazione dell’inquinamento in tempo reale nella mappa sopra riportata si basa sugli ultimi standard US EPA , utilizzando la formula di segnalazione Cast istantaneo .

IQA Implicazioni sulla salute Dichiarazione cautelativa
0 – 50 Buona La qualità dell’aria è considerata soddisfacente e l’inquinamento atmosferico presenta rischi minimi o nulli Nessuna
50 – 100 Moderato La qualità dell’aria è accettabile; tuttavia, per alcuni inquinanti può esserci un problema di salute moderato per un numero molto limitato di persone che sono insolitamente sensibili all’inquinamento atmosferico. I bambini e gli adulti attivi e le persone con malattie respiratorie, come l’asma, dovrebbero limitare lo sforzo prolungato all’aria aperta.
100 – 150 Malsano per gruppi sensibili I residenti appartenenti a gruppi sensibili (per patologie) possono avere effetti sulla salute. È improbabile che gli effetti siano seri per tutta la popolazione. I bambini e gli adulti attivi e le persone con malattie respiratorie, come l’asma, dovrebbero limitare lo sforzo prolungato all’aria aperta.
150 – 200 malsano Ognuno può iniziare a sperimentare effetti sulla salute; i membri di gruppi sensibili possono avere effetti sulla salute più gravi I bambini e gli adulti attivi e le persone con malattie respiratorie, come l’asma, dovrebbero evitare uno sforzo prolungato all’aperto; tutti gli altri, in particolare i bambini, dovrebbero limitare lo sforzo prolungato all’aria aperta
200 – 300 Molto malsano Avvisi sulla salute delle condizioni di emergenza. È più probabile che l’intera popolazione sia colpita. I bambini e gli adulti attivi e le persone con malattie respiratorie, come l’asma, dovrebbero evitare ogni sforzo all’aperto; tutti gli altri, in particolare i bambini, dovrebbero limitare lo sforzo all’aperto.
300 – 500 Pericoloso Allerta salute: chiunque può essere soggetto a effetti piu gravi sulla propria salute Tutti dovrebbero evitare ogni sforzo all’ap

CXredit: EPA (Enviromental Protection Agency)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy