Turris – Juve Stabia (1-1). I voti ai calciatori gialloblè.

Vi proponiamo i voti per l’inizio d’anno per la Juve Stabia, anzi inizio con il derby, quello dell’Amerigo Liguori contro la Turris.

Doveva essere il derby del riscatto per le vespe allenate da mister Colucci dopo il ko dell’andata, contro una Turris super rabberciata e con tanti assenti ma con un nuovo tecnico in panchina, l’ex Gaetano Fontana, il risultato non va oltre il pareggio per 1 a 1.

Turris – Juve Stabia questi i voti ai calciatori gialloblè:

BAROSI 7: Miracolo su Stampete e grande parata su Franco un primo tempo non certo da disoccupato. Si ripete nella seconda frazione eregendosi a muro invalicabile, nulla può sull’acrobazia di Maniero.

DIFESA

MAGGIONI 5: Soffre Ercolano eccome sulla sua fascia di competenza, praticamente la Turris da quelle parti un’autostrada. Si riprende un po nel secondo tempo ma di sicuro una prestazione da non ricordare.

ALTOBELLI 6: Sempre sotto pressione per la spinta centrale degli avversari, riesce però con mestiere a porre rimedio e rifarsi nella seconda frazione di gioco.

CALDORE 6,5: Non una serata tranquilla per lui, giocatori avversari un po dappertutto se la cava anche lui con fisico e mestiere, nel secondo tempo trova il gol del pari con un imperioso stacco di testa.

MIGNANELLI 6: Dopo un inizio un po molle, trova l’equilibrio in campo e propone anche per i compagni in avanti. Delizioso l’assist non sfruttato nel finale da D’Agostino. Nel finale va vicino alla rete.

CENTROCAMPO

SCACCABAROZZI 5,5: Alterna buon dinamismo a momenti meno lucidi, non un approccio convinto ma corre sempre per due.

BERARDOCCO 6: Pochi palloni importanti dai suoi piedi e non sempre precisi per i compagni, si perde spesso per quel secondo in più nel controllo della palla. Ha il merito dell’assist per il gol di Caldore e per aver calciato una punizione velenosa su cui la difesa della Turris interviene di mano peccato che il giudizio del direttore di gara sia diverso dalla realtà.

RICCI 5: Si da da fare in mezzo al campo ma inizia a carburare anche lui in maniera tardiva difronte all’onda d’urto degli avversari.

ATTACCANTI

GUARRACINO 5,5: Della corsa e del dinamismo ne fa le armi principali in questo incontro, anche se si scontra il piu delle volte con difensori piu esperti che non mollano.

ZIGONI 5: C’erano molte aspettative su di lui dopo che aveva chiuso bene il 2022 ed invece non ha inciso per nulla nel corso del primo tempo,. sembrato sempre in ritardo. Idem nella seconda frazione e viene sostituito.

PANDOLFI 5: Va vicino al gol un paio di volte nel primo tempo, di testa fuori di poco e con un tiro che pero non sortisce effetti positivi. Cerca di trovare spazi utili ma non sempre ci riesce. Da ex gara nervosa la sua.

SANTOS 5,5 ( dal 17 s.t.): Entra con il piglio giusto, smista buoni palloni e rincorre un po tutto e tutti ma senza costrutto.

D’ AGOSTINO 5 ( dal 17 s.t.): Sul filo di lana si divora un gol confezionato dal duo Santos- Mignanelli.

BENTIVEGNA ( dal 39 s.t.) : s.v.

GERBO ( dal 43 s.t.) : s.v.

MR Colucci 6: La sua squadra approccia male alla gara e rischia in piu di un’occasione di capitolare, salvata piu volte da uno strepitoso Barosi. Emanuel Ercolano si è eretto a protagonista durante tutta la gara mettendo in difficoltà prima Maggioni e poi Mignanelli che comunque poi ha recuperato. Una prestazione che ha di buono solo il punto in classifica e la pronta reazione al gol subito, ma che al tempo stesso deve far riflettere sempre sulle stesse mancanze, poco gioco di squadra a centrocampo e scarsa visione della porta avversaria. Ci sarà da lavorare e anche tanto in questo girone di ritorno se si vuole conservare questo quarto posto aspettando però anche segnali dal mercato.

A cura di Giovanni Donnarumma

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Disegno di legge sull’Autonomia: il Cdm approva all’unanimità

Il Consiglio dei Ministri ha approvato all'unanimità il disegno di legge sull'Autonomia differenziata presentato dal ministro per gli Affari regionali Roberto Calderoli (noto per il suo porcellun) .
[do_widget "HTML personalizzato"]