La Polizia ferroviaria siciliana nella decima giornata "operazione Oro Rosso” ha controllato oltre cento persone
La Polizia ferroviaria siciliana nella decima giornata "operazione Oro Rosso” ha controllato oltre cento persone

Operazione preventiva di contrasto ai furti di rame sulle ferrovie

La Polizia ferroviaria siciliana nella decima giornata "operazione Oro Rosso” ha controllato oltre cento persone e ispezionato 22 località sensibili

129 persone controllate, 22 località sensibili ispezionate, 41 agenti impegnati: è il bilancio dell’11 di novembre nella decima giornata dell’anno denominata operazione “Oro Rosso” dedicata, a livello nazionale, al contrasto del fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario.

I controlli della Polizia ferroviaria della Sicilia hanno interessato in particolare 16 società, dislocate in tutta la Sicilia, che operano nell’ambito della gestione dei rifiuti speciali e della rottamazione, movimentando anche rame e altre tipologie di metalli e 6 punti critici lungolinea in passato oggetto dei predatori di metallo.

Gli agenti hanno esaminato la documentazione in possesso delle aziende, con particolare riguardo alle autorizzazioni, al trattamento e allo stoccaggio dei materiali.

È stata anche verificata la tracciabilità dei metalli rinvenuti e il rispetto, durante tutto il processo di lavorazione, delle norme ambientali.

Grazie alla continua attività preventiva messa in campo, al fine di scongiurare i furti e le illecite attività correlate a questi pregiati materiali, i controlli non hanno rilevato irregolarità.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Ascolta la WebRadio