operazione contro alleanza di scondigliano

In manette circa 40 soggetti membri dell’alleanza di Secondigliano

A partire da questa mattina, diversi indagati verranno sottoposti a misure cautelari dalla polizia per reati di diversa natura. In manette circa 40 soggetti membri dell’alleanza di Secondigliano e diversi pubblici ufficiali; operazione ad alto impatto della Polizia

A lavoro all’alba

Gli agenti della Polizia, su ordine della Procura della Repubblica, hanno provveduto all’applicazione di misure cautelari a discapito di circa 40 soggetti pesantemente indiziati di diversi reati.

Le forze dell’ordine hanno scoperto un grosso giro di attività illecite dietro al quale si nasconderebbe l’alleanza di Secondigliano; tra i reati riscontrati vi sono estorsione ad aziende anche importanti ed il loro coinvolgimento in gare d’appalto ospedaliere, le quali hanno portato all’arresto anche di pubblici ufficiali ed imprenditori, ritenuti dei potenziali complici dell’alleanza.

Un altro duro colpo

Dopo l’arresto di Maria Licciardi, avvenuto in agosto, questo rappresenta un ulteriore grande colpo messo a segno ai danni dell’alleanza di Secondigliano, la quale si trova sempre più con le spalle al muro e prossima alla resa nei confronti delle forze dell’ordine che continuano a tagliare teste importanti del giro.

Alcuni altri articoli sui Clan presenti nei nostri archivi:

Eseguiti 3 arresti di esponenti del gruppo Cesarano contiguo al clan LICCIARDI. In carcere CESARANO A., SIBILIO S. e QUINDICI D. – VIDEO

Misure cautelari polizia; grande attività per gli agenti/Antonio Cascone/redazionecampania

Ascolta la WebRadio